Covid-19: morto Franco Trinca, il biologo scettico no-vax

© © Screenshot: La7 Attualità / YouTubeFranco Trinca, biologo no vax morto a Città di Castello
Franco Trinca, biologo no vax morto a Città di Castello - Sputnik Italia, 1920, 05.02.2022
Seguici suTelegram
Ricoverato per una polmonite bilaterale, il noto biologo che sosteneva la cura per il Covid-19 a base di integratori è morto ieri nel tardo pomeriggio. L'annuncio dato dal legale dello scienziato.
Alla trasmissione mediaset Dritto e Rovescio aveva apertamente dichiarato di non essersi vaccinato, perché riteneva di "aver un buon sistema immunitario".
Nel corso di tutto il 2020 aveva sostenuto una cura per il Covid-19 a base di integratori e vitamine, cura mai avvalorata dalla comunità scientifica ed anzi indicata come priva d'efficacia.
Si sa d'altronde che senza cure adeguate ed un rapido e tempestivo ricorso alle strutture ospedaliere specializzate, il coronavirus difficilmente lascia scampo a chi opta per cure "fai da te", come traspare dai dati statistici sulla pandemia in atto.
"Così ho curato una famiglia dal Covid, adesso stanno tutti bene", riferiva il biologo, in riferimento ad una cura dall'evocativo nome di medicina biologica integrata e basata su "minerali, in particolare zinco e magnesio, vitamine di tutto il complesso A, e dei gruppi B,C,D, flavonoidi come la quercetina e la ben nota idrossiclorochina o il cortisone", secondo quanto trasmesso sul tema dal canale Byoblu, riportato da Open.
Ma sono tanti gli interventi del biologo no-vax, in riferimento alle cure alternative alla vaccinazione e al ricorso alle "cure mediche ufficiali", a partire ancora dalle trasmissioni di Byoblu, emittente televisiva privata dalle note posizioni scettiche sul Covid, fino ad un servizio andato in onda a Piazzapulita, dal titolo Integratori magici anti-Covid, in cui il biologo aveva sostenuto di avere "una cura miracolosa", riportando tra l'altro un'accusa non da poco, come riferito ancora da Open:
"Senza paura! Il Covid si cura! Senza chiusura! E chi non lo sa curare, o non lo vuol curare, è un criminale!".
Aveva poi accusato il governo di "preferire arricchire le multinazionali piuttosto che rafforzare il sistema immunitario", nel corso di una trasmissione andata in onda su RadioRadio.
Il biologo si è spento all'ospedale di Perugia, dove era ricoverato da questo gennaio per le complicazioni insorte con il coronavirus.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала