Covid-19, il virus può avere effetti sul cervello simili all'Alzheimer

L'RM encefalo - Sputnik Italia, 1920, 05.02.2022
Seguici suTelegram
Gli scienziati hanno trovato cambiamenti molecolari simili nei cervelli dei pazienti deceduti a causa del coronavirus e di quelli che soffrivano del morbo di Alzheimer.
I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Alsheimer’s and Dementia.
Gli esperti del College of Physicians and Surgeons della Columbia University sono giunti alla conclusione che il COVID-19 ha un effetto negativo sui recettori rianodinici, responsabili della formazione dei grovigli neurofibrillari (accumuli proteici che si trovano nei cervelli di coloro affetti da morbo di Alzheimer).
Secondo gli scienziati, i recettori rianodinici difettosi sono coinvolti in una serie di processi patogeni, dalle malattie cardiache e polmonari alla risposta del cervello allo stress e al morbo di Alzheimer.

"Abbiamo trovato questi recettori difettosi non solo nel cuore e nei polmoni dei pazienti morti per COVID-19, ma anche nel cervello", ha affermato il capo del programma, il dottor Andrew Marks.

I ricercatori hanno concluso che la risposta immunitaria del corpo, dopo aver subito una forma grave di COVID-19, provoca infiammazione nel cervello, che a sua volta porta alla disfunzione dei recettori rianodinici.
Uomo anziano - Sputnik Italia, 1920, 04.09.2021
Rivelato un sintomo che può presagire il morbo di Alzheimer
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала