Telefonata tra Di Maio e segretario generale Nato: ribadita necessità di dialogo con Russia

© Foto : Evgeny UtkinLuigi Di Maio alla cerimonia inaugurale della 31ª edizione di Milano Unica
Luigi Di Maio alla cerimonia inaugurale della 31ª edizione di Milano Unica  - Sputnik Italia, 1920, 04.02.2022
Seguici suTelegram
Al centro dei colloqui il ruolo e il contributo dell'Italia nell'Alleanza Atlantica e le tensioni sull'Ucraina, fa sapere la Farnesina.
Il ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio ritiene necessario che la Nato mantenga la fermezza dei principi dell'alleanza pur proseguendo il dialogo con Mosca per evitare passi che potrebbero contribuire ad una spirale di tensioni, ha affermato il titolare della Farnesina in colloqui telefonici con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.
Secondo quanto comunicato dalla Farnesina, i temi discussi sono stati il contributo italiano all'Alleanza Atlantica e gli ultimi sviluppi in relazione alle tensioni ai confini fra Ucraina e Russia.
"Il ministro Di Maio ha evidenziato la necessità per la Nato di mantenere la propria fermezza su principi e valori, pur continuando a perseguire attivamente il dialogo con Mosca, rafforzando anche il coordinamento con l'Unione Europea. In questo senso, egli ha espresso apprezzamento per la coesione politica di cui l'Alleanza sta dando prova, sottolineando come la Nato debba mantenere una postura di deterrenza e difesa efficace, evitando al contempo l'adozione di misure che possano contribuire ad aggravare le tensioni," si legge nella nota della Farnesina.
In precedenza Di Maio aveva avuto colloqui telefonici con il capo della diplomazia francese Jean-Yves Le Drian, in cui era stata espressa l'importanza del dialogo con la Russia per risolvere le tensioni sull'Ucraina.

Tensioni su Ucraina tra Mosca e Occidente

La situazione in Ucraina è peggiorata negli ultimi mesi, dopo che gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di concentrare truppe vicino al confine e di aver presumibilmente preparato un'invasione. La Russia ha ripetutamente rigettato le accuse, dicendo che non prevede di attaccare nessun Paese, compresa l'Ucraina, ma si riserva il diritto di spostare le proprie truppe all'interno del suo territorio sovrano. La Russia ha anche avvertito che i piani della Nato di espandersi ulteriormente verso est, inclusa l'Ucraina, rappresentano una minaccia per la sua sicurezza nazionale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала