Schieramenti di truppe USA in Europa sono contro la diplomazia, aumentano solo tensioni – Esperto

© AP Photo / Ralf Hirschberger / dpaMezzi militari USA verso l'Europa orientale
Mezzi militari USA verso l'Europa orientale - Sputnik Italia, 1920, 04.02.2022
Seguici suTelegram
La decisione degli Stati Uniti di schierare truppe aggiuntive in Europa, per scoraggiare la presunta aggressione russa contro l'Ucraina, contrasta completamente gli sforzi diplomatici in corso per risolvere la crisi e aumenta le tensioni nella regione, ha detto a Sputnik il vicepresidente dell'Eurasia Center Earl Rasmussen.
Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato, mercoledì, che avrebbe schierato truppe aggiuntive in Polonia, Germania e Romania entro i prossimi giorni. I funzionari statunitensi hanno affermato che il dispiegamento è progettato per rafforzare il fianco orientale della NATO durante la crisi ucraina.
"Questa mossa è completamente contraria agli sforzi diplomatici e serve solo ad aumentare le tensioni che portano a situazioni ancora più pericolose", ha detto Rasmussen, colonnello in pensione dell'esercito americano, quando gli è stato chiesto di commentare la validità di questa misura.
Gli Stati Uniti non si prendono molta cura della sicurezza dell'Ucraina o dell'Europa, mentre cercano esclusivamente di portare avanti i propri obiettivi politici, ha affermato.

“La situazione attuale è stata creata dall'Occidente, e più specificamente dagli Stati Uniti, per molte ragioni, anche per distrarre dalle questioni interne; contenere la Russia; limitare la cooperazione europea e russa, limitando così la sovranità europea e lo sviluppo economico, e mantenere l'egemonia degli Stati Uniti", ha detto Rasmussen.

I nuovi schieramenti statunitensi cercano di provocare la Russia e mentre Mosca non ha in programma di attaccare l'Ucraina, un tale sviluppo, che qui include un-incremento delle tensioni nel Donbass, potrebbe costringere il Cremlino a intraprendere adeguate azioni difensive, ha affermato Rasmussen.
"Queste azioni aumenteranno le tensioni, tuttavia non credo che la Russia lancerà alcun attacco", ha affermato.
Rasmussen ha osservato che la maggior parte delle truppe russe sono attualmente di stanza in basi consolidate a centinaia di chilometri dal confine con l'Ucraina.
L'approccio appropriato sarebbe che l'Europa difendesse i propri interessi e che l'Ucraina applichi gli accordi di Minsk, ha affermato.
"Sia l'Ucraina che l'Europa devono cercare un riavvicinamento con la Russia", ha aggiunto Rasmussen.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала