Green pass illimitato non solo per i vaccinati con tre dosi: ecco chi può ottenerlo

© SputnikGreen Pass
Green Pass - Sputnik Italia, 1920, 04.02.2022
Seguici suTelegram
Anche per chi è guarito dal Covid dopo aver ricevuto due dosi di vaccino il green pass sarà senza scadenza. Ecco tutte le combinazioni per ottenere il certificato illimitato.
Dal prossimo sette febbraio, il green pass per i vaccinati con la dose di richiamo diventerà illimitato per chi ha ricevuto anche la terza dose di vaccino. La misura è contenuta nell’ultimo decreto del governo.
Ma, come illustra una guida pubblicata dal Fatto Quotidiano, ci sono altre possibilità per ottenere il lasciapassare senza scadenza. Anche chi ha contratto il virus dopo aver completato il ciclo vaccinale, infatti, ha diritto al green pass senza limitazioni.
I guariti che hanno effettuato una sola dose di vaccino, completando così il ciclo vaccinale primario, o i vaccinati con una dose che non hanno effettuato la seconda perché hanno contratto l’infezione poco dopo la somministrazione, invece, dovranno effettuare la dose di richiamo. Dal momento della somministrazione del rinforzo, il green pass avrà durata illimitata.
Green pass senza scadenza anche per chi, dopo aver completato il ciclo vaccinale con guarigione e prima dose, si infetta di nuovo. Il certificato avrà durata illimitata a partire dalla data della seconda guarigione.
Per i guariti che non si sono vaccinati, invece, il pass resta a tempo. E dal primo febbraio la durata del certificato è stata abbassata a sei mesi.
Vaccinazione  - Sputnik Italia, 1920, 31.01.2022
Cosa cambia dall’1 febbraio: obbligo vaccinale per gli over 50 e regole su green pass
Il green pass durerà sei mesi a partire dalla data dell’unica dose di vaccino anche per chi si è vaccinato con una dose dopo essere guarito e, parallelamente, durerà sei mesi dalla guarigione anche il green pass di chi si è sottoposto alla prima dose e poi è guarito.

Allo scadere dei sei mesi, bisognerà tornare a fare il tampone per ottenere il green pass base, che al momento consente di accedere a negozi, uffici pubblici, uffici postali, servizi bancari e finanziari.

Chi ha più di 50 anni, invece, dal primo febbraio è obbligato a vaccinarsi, oppure ad integrare il ciclo vaccinale primario con la dose di richiamo, pena una multa di 100 euro.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала