Dati Iss sulla pandemia in Italia: Rt a 0,93

© Sputnik . Evgeny UtkinUna donna in mascherina vicino a un negozio
Una donna in mascherina vicino a un negozio - Sputnik Italia, 1920, 04.02.2022
Seguici suTelegram
A livello nazionale scende ancora l'incidenza settimanale dei casi di Covid-19, che passano da 1.823 su 100mila abitanti a 1.362.
Scende anche l'indice di trasmissibilità Rt, da 0,97 a 0,93.
Questi sono i dati del monitoraggio settimanale fatto dal ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità (Iss).
I dati sono della settimana dal 28 gennaio al 3 febbraio e dicono che il tasso d'occupazione in terapia intensiva è sceso dal 16,7% del 27 gennaio al 14,8% del 3 febbraio. Passano invece da 4 a 3 le regioni classificate a "rischio alto".
Cala l’occupazione nelle terapie intensive e nei reparti d'area medica. Scende il tasso di occupazione in terapia intensiva e nei reparti d'area non critica. Per le terapie intensive la saturazione è al 14,8%, rispetto al 16,7% di una settimana fa. Il tasso d'occupazione in aree mediche a livello nazionale è al 29,5%, rispetto al 30,4% della precedente rilevazione.

Bolzano e Marche sotto la lente

Bolzano e Marche sono le uniche con un'incidenza oltre i 2.000 casi ogni 100mila abitanti.
Nello specifico, la provincia autonoma di Bolzano presenta un valore di 2.288,7 e le Marche di 2.128,6. Un'incidenza superiore ai 2mila casi ogni 100mila abitanti, quindi.
Subito sotto si posiziona il Friuli-Venezia Giulia, a 1.963,5 ogni 100mila abitanti. Il valore più basso lo fa registrare la Sardegna, con 491,3 casi ogni 100mila abitanti. Il valore medio nazionale è di 1.362.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала