Berlusconi si intesta il Mattarella bis e chiede stabilità per Draghi

© REUTERS / Flavio Lo ScalzoБывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони
Бывший премьер-министр Италии Сильвио Берлускони  - Sputnik Italia, 1920, 04.02.2022
Seguici suTelegram
Silvio Berlusconi è rientrato dall’ospedale ed è già al lavoro per rifondare il centrodestra, a partire da Forza Italia.
Intervistato dal Corriere della Sera, sulla rielezione di Mattarella a Capo dello Stato afferma di essere stato lui personalmente a chiedergli di restare per un altro settennato.
Il Cavaliere dice che Enrico Letta lo aveva chiamato per proporgli vari nomi, tra cui Pierferdinando Casini, ma che nessuno incontrava quell’unità di cui aveva bisogno l’Italia.
“Quindi, ritenendo necessario garantire la stabilità del governo e del Paese, ho chiamato il Presidente Mattarella chiedendogli la disponibilità ad essere votato”.

Le sorti del centrodestra

Per quanto riguarda il futuro del centrodestra e di come ne è uscito diviso dalla trattativa sull’elezione del presidente della Repubblica, il Cavaliere getta acqua sul fuoco:
“I rapporti personali fra i leader del centro-destra non sono mai stati in discussione, anche nei momenti di dissenso”.
Per quanto riguarda il chi deve guidare il centrodestra verso una nuova fase, Berlusconi ricorda che nel 1994 è stato lui a rendere possibile una alleanza di centrodestra, che prima non esisteva.
E rassicura gli alleati che senza “un centro” non si vince, e che questo centro “deve avere un ruolo trainante”.

Draghi al governo

Per quanto riguarda il ruolo del presidente del Consiglio Mario Draghi, Berlusconi afferma di apprezzare il suo lavoro ed è per questo che ha voluto che restasse a Palazzo Chigi e vorrebbe che vi rimanesse fino a fine legislatura, per il bene dell’Italia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала