Siria, segnalate numerose vittime a causa di un raid "antiterrorismo" degli USA - Video

© AP Photo / SANARaid israeliano contro la Siria
Raid israeliano contro la Siria - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2022
Seguici suTelegram
Il portavoce del Pentagono, John Kirby, ha dichiarato che oggi le unità delle operazioni speciali statunitensi hanno completato con successo una missione antiterrorismo nel nord-ovest della Siria.
Diverse persone, inclusi civili, sono rimaste uccise a seguito di un raid degli Stati Uniti nel nord-ovest della Siria, ha così riferito l'Associated Press, citando dichiarazioni di residenti e attivisti locali.
Testimoni, che hanno preferito rimanere anonimi, hanno detto all'AP di aver visto corpi smembrati sparsi per le case del villaggio di Atmeh, una cittadina di Idlib. Aggiungendo che il raid ha coinvolto elicotteri, esplosioni e mitragliatrici.
Il numero esatto delle vittime è ancora sconosciuto. Ahmad Rahhal, un giornalista locale che ha visitato il villaggio, ha affermato di aver visto 12 corpi. Secondo quanto riferito, ve ne sarebbero altri rimasti sotto le macerie.
Secondo AP, la gente del posto ha descritto il raid notturno a Idlib come la più grande operazione militare dall'uccisione, nell'ottobre del 2019, del leader di Daesh* Abu Bakr al-Baghdadi.
AP, citando un funzionario statunitense, che ha voluto rimanere anonimo, discutendo i dettagli dell'operazione militare, ha detto che c'è stata almeno una grande esplosione. La fonte ha aggiunto che uno degli elicotteri coinvolti nel raid ha subito un malfunzionamento meccanico e ha dovuto essere fatto saltare in aria.
Un video che presumibilmente mostra il raid notturno è apparso in rete:
Le notizie sulle vittime iniziano ad arrivare poco dopo che il portavoce del Pentagono, John Kirby, ha confermato che le unità delle operazioni speciali statunitensi avevano condotto quella che ha descritto come una missione antiterrorismo "di successo" in Siria.

"Le forze delle operazioni speciali statunitensi, sotto il controllo del comando centrale degli Stati Uniti, hanno condotto una missione antiterrorismo questa sera nel nord-ovest della Siria. La missione ha avuto successo. Non ci sono state vittime statunitensi. Maggiori informazioni saranno fornite non appena saranno disponibili", ha affermato Kirby in una dichiarazione.

Il Pentagono non ha chiarito chi fosse l'obiettivo del raid e se terroristi o civili siano rimasti uccisi o feriti.
Anche se gli sforzi del Daesh per stabilire un "califfato" in Iraq e in Siria sono falliti, gli Stati Uniti hanno mantenuto la loro presenza militare illegale nel paese, affermando che sono lì per garantire la "sconfitta duratura" dei terroristi.
Nell'ottobre 2019, l'allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva annunciato che Washington avrebbe ritirato le sue forze dalla Siria, salvo poi fare marcia indietro. Affermando che un "piccolo" contingente americano sarebbe rimasto per "mantenere il petrolio", sostenendo anche che i proventi del greggio sarebbero andati a finanziare le forze democratiche siriane curde (SDF) e la loro milizia.
Il presidente siriano Bashar al-Assad ha ripetutamente condannato la presenza degli Stati Uniti nel paese, che considera illegale, in quanto non richiesta né da Damasco né dalle Nazioni Unite. Damasco ha anche accusato gli Stati Uniti di cercare di rubare il petrolio siriano.
*Organizzazione terroristica estremista illegale in Russia e in molti altri paesi
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала