Quirinale, la proposta di FdI: "Vietare la rielezione del capo dello Stato"

© REUTERS / Yara NardiРезиденция президента Итальянской республики в Риме
Резиденция президента Итальянской республики в Риме - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2022
Seguici suTelegram
Il partito di Giorgia Meloni deposita una proposta di legge per vietare la rielezione del presidente della Repubblica. Un'iniziativa analoga era stata promossa a dicembre dai senatori del Pd.
Nel giorno del giuramento di Sergio Mattarella a Montecitorio, che segna l’inizio del suo secondo settennato al Quirinale, Fratelli d’Italia ha annunciato di voler depositare alla Camera una proposta per vietare la rielezione del presidente della Repubblica.
A renderlo noto è il capogruppo alla Camera, Francesco Lollobrigida. L’iniziativa del partito di Giorgia Meloni ricalca quella promossa all’inizio di dicembre dai senatori del Pd Dario Parrini, Luigi Zanda e Gianclaudio Bressa, che chiedeva di modificare gli articoli 85 e 88 della Costituzione, inserendo il limite di un solo mandato e l’abrogazione del semestre bianco.
La questione dei limiti alla rielezione era stata oggetto di discussione in Assemblea Costituente. Successivamente, ricordavano i senatori Dem, anche diversi presidenti della Repubblica si espressero a favore del mandato singolo. Tra questi Antonio Segni e Giovanni Leone, che chiese una riforma in questo senso.
Il Palazzo del Quirinale - Sputnik Italia, 1920, 02.12.2021
La proposta del Pd: "Vietare la rielezione del presidente della Repubblica"
Il timore espresso all’epoca dai parlamentari del Pd, in vista delle elezioni per il presidente della Repubblica, era che, dopo l’esperienza di Napolitano, quella del doppio mandato consecutivo potesse trasformarsi in una prassi. E, in effetti, lo stesso è accaduto con la rielezione di Mattarella.

“Fratelli d’Italia ha deciso di depositare alla Camera una norma di rango costituzionale per sancire il divieto di rielezione del Presidente della Repubblica. Solo qualche mese fa, il Pd ha presentato un analogo disegno di legge, motivandolo con ragioni oggettive che spiegavano come i padri costituenti non considerassero la rieleggibilità del Capo dello Stato un fatto normale ma a cui ricorrere solo in casi eccezionali come lo stato di guerra”, ricorda Lollobrigida, citato dall’Adnkronos.

Il capogruppo ha fatto sapere che i senatori di Fratelli d’Italia sosterranno l’iniziativa del Pd a palazzo Madama e ha fatto appello alle altre forze politiche per sottoscrivere la proposta di legge presentata da FdI alla Camera.
“Fdi, con chiarezza, mantiene le sue posizioni senza ipocrisie di alcun genere, come quella di depositare una legge e di fare, dopo pochi giorni, il contrario, addirittura facendosene vanto", ha concluso Lollobrigida, con una stoccata al Pd.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала