La NASA farà schiantare la Stazione Spaziale nell'Oceano Pacifico nel 2030

CC0 / / La stazione spaziale internazionale (SSI)
La stazione spaziale internazionale (SSI) - Sputnik Italia, 1920, 03.02.2022
Seguici suTelegram
La NASA ha annunciato che prevede di far schiantare la Stazione Spaziale Internazionale nell'Oceano Pacifico meridionale una volta che andrà in pensione, nel 2030, e la sostituirà con piattaforme gestite commercialmente.
La National Aeronautics and Space Administration, NASA, ha pubblicato i suoi piani di transizione a gennaio, specificando che la stazione spaziale (ISS) è destinata a schiantarsi nell'Oceano Pacifico meridionale, mirando in particolare a un punto chiamato Point Nemo, noto per essere il luogo nell’oceano più lontano dalla terra, in qualsiasi direzione.
Il rapporto stima che la ISS si unirà ad altri detriti spaziali nel cimitero oceanico, dove le principali agenzie spaziali mondiali hanno già affondato oltre 263 frammenti di detriti spaziali dal 1971 a oggi.
L'ISS è un progetto multinazionale, che ha unito cinque grandi paesi, tra cui Russia, Giappone, Canada e Unione Europea, nonché svariate organizzazioni internazionali, nei loro sviluppi e risultati scientifici nello spazio. La NASA afferma che le piattaforme gestite commercialmente sostituiranno la ISS, che ha collaborato con più di 200 astronauti provenienti da 19 paesi diversi.
All'inizio di dicembre 2021, la NASA ha firmato accordi con tre industrie spaziali commerciali con sede negli Stati Uniti, nel tentativo di "consentire una solida economia commerciale guidata dagli americani nell'orbita terrestre bassa", si legge nella loro dichiarazione.
Tali accordi valgono un totale di 415,6 milioni di dollari e le società scelte sono la Blue Origin, la Nanoracks LLC e la Northrop Grumman Systems Corporation.
"Con le società commerciali statunitensi, che ora forniscono il trasporto verso l'orbita terrestre bassa, stiamo collaborando per sviluppare le destinazioni spaziali in cui le persone possono visitare, vivere e lavorare, consentendo alla NASA di continuare a tracciare un percorso nello spazio a beneficio dell'umanità, promuovendo al contempo l'attività commerciale nello spazio", ha affermato l'amministratore della NASA, Bill Nelson.
L'ISS ha contribuito a una moltitudine di risultati, come la generazione di oltre 700 pubblicazioni scientifiche, scoperte in fisiologia e nutrizione, farmaci contro il cancro, studi sui cambiamenti climatici, comprensione della materia oscura, sequenziamento del DNA e ha adempiuto a importanti finalità educative.
Tuttavia, nonostante il ruolo della stazione spaziale negli esperimenti scientifici, la vita tecnica della stazione è limitata, pur restandole ancora quasi un intero decennio di vita operativa, il più produttivo sostengono alla NASA.
"La Stazione Spaziale Internazionale sta entrando nel suo terzo e più produttivo decennio come piattaforma scientifica rivoluzionaria in microgravità", ha affermato nella dichiarazione Robyn Gatens, direttore della Stazione Spaziale Internazionale presso la sede della NASA.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала