Transizione ecologica Italia: 12,5 mld del Pnrr per idrogeno, biometano e agrovoltaico

© Sputnik . Maksim Bogovid / Vai alla galleria fotograficaImpianto per la produzione di idrogeno in Tatarstan
Impianto per la produzione di idrogeno in Tatarstan - Sputnik Italia, 1920, 02.02.2022
Seguici suTelegram
In Italia, la transizione ecologica è affidata in particolare al ministero della Transizione ecologica, guidato dal professore Roberto Cingolani.
Dall’Unione Europea dovrebbero giungere in Italia 12,5 miliardi di euro da investire nei progetti del Piano nazionale di recupero e resilienza. Fondi da utilizzare in particolare nella ricerca sull’idrogeno, impianti di produzione dell’energia elettrica dal biometano e dall’agrovoltaico.
Nello specifico, i 12,5 miliardi di euro sono così suddivisi:
160 milioni di euro per la ricerca sulla produzione dell’idrogeno verde, lo sviluppo di tecnologie per lo stoccaggio e il trasporto di idrogeno e per la trasformazione in altri derivati e combustibili verdi, oltre allo sviluppo di celle a combustibile indispensabili per la mobilità all’idrogeno;
450 milioni di euro per la produzione di elettrolizzatori indispensabili alla produzione di idrogeno dall’acqua, allo scopo di creare una competenza proprietaria in Italia, così da creare una catena europea e una capacità europea nella produzione e uso dell’idrogeno;
100 milioni di euro per digitalizzare i parchi nazionali, al fine di implementare nuove tecnologie per la conservazione della natura e per offrire nuovi servizi ai visitatori e fruitori dei parchi stessi. Tra gli obiettivi, anche la semplificazione burocratica dei 24 parchi nazionali: la digitalizzazione fornirà un grande contributo in questo;
30 milioni di euro per la sfida ambientale, in particolare per sviluppare meglio nel nostro paese una cultura del rispetto dell’ambiente e per creare consapevolezza nella società civile. Si punta alla creazione di podcast e lezioni video nelle scuole in particolare.
I bandi che saranno aperti prossimamente sono tanti. In cantiere anche un bando da 1,9 miliardi di euro per lo sviluppo del biometano e 3,61 miliardi per creare le smart grid, mentre 1,1 miliardi di euro saranno riservati all’agrofotovoltaico.
L'Unione Europea ha intanto approvato la tassonomia verde introducendo l'uso del gas naturale e del nucleare.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала