S-400: per Erdogan l'acquisto dei sistemi antiaerei russi sono affari interni della Turchia

© Ufficio Stampa Ministero della Difesa russo / Vai alla galleria fotograficaSistemi missilistici S-300
Sistemi missilistici S-300 - Sputnik Italia, 1920, 02.02.2022
Seguici suTelegram
L’acquisto dei sistemi di difesa aerea russi S-400 sono un affare interno della Turchia, non è una cosa negativa per la NATO, è quanto ha affermato il presidente turco Recep Tayyip Erdogan.

"L'accordo sull'acquisizione dei sistemi russi di difesa aerea S-400 da parte di Ankara è un passo importante in termini di sviluppo della cooperazione tra Turchia e Russia. I sistemi russi sono molto importanti... Le consegne sono un affare interno della Turchia. Questa è una nostra decisione. Abbiamo preso questa decisione e l'abbiamo concordata con la Russia. Dal punto di vista della NATO, questo fatto non ha alcun significato negativo", ha detto Erdogan in un incontro con i giovani turchi a Trebisonda.

Russia e Turchia hanno firmato un contratto per la fornitura di quattro battaglioni del sistema di difesa aerea S-400 del valore di 2,5 miliardi di dollari (circa 2,2 miliardi di euro) nel 2017 e le consegne alla Turchia sono state effettuate nell'estate e nell'autunno del 2019.
Il contratto includeva un'opzione per l'acquisto di ulteriori forniture e, a fine agosto 2021, Erdogan ha affermato di non avere dubbi sull'acquisto di nuovi S-400 dalla Russia.
Quando ha acquistato i sistemi di difesa aerea S-400 di fabbricazione russa, la Turchia ha causato una spaccatura con gli Stati Uniti, loro alleati della NATO.
Gli Stati Uniti, nel 2019, hanno annullato la vendita dei jet F-35 alla Turchia, affermando che questo potrebbe far trapelare segreti militari alla Russia. Il Cremlino e Ankara hanno entrambi fortemente smentito tale possibilità.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала