Per l'Oms "prematuro" parlare di vittoria sul Covid

© FotoInfermieri ed operatori sanitari durante Covid
Infermieri ed operatori sanitari durante Covid - Sputnik Italia, 1920, 01.02.2022
Seguici suTelegram
Il numero uno dell'Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito i vari Paesi che è ancora troppo presto per annunciare la vittoria sul Covid-19 o rinunciare ai tentativi di fermare i contagi.
"È prematuro per qualsiasi Paese arrendersi o proclamare la vittoria", ha detto ai giornalisti il ​​direttore dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, riporta France Presse. "Questo virus è pericoloso e continua ad evolversi davanti ai nostri occhi".
Le parole di Ghebreyesus arrivano nel giorno in cui la Danimarca è diventata il primo Paese della Ue a revocare tutte le sue restrizioni interne contro la diffusione del coronavirus, nonostante il numero record di casi della variante Omicron, più contagiosa ma meno aggressiva, così come altri Paesi hanno intrapreso azioni simili.
"Siamo preoccupati che in alcuni Paesi si sia diffusa la narrativa secondo cui, a causa dei vaccini e dell'elevata trasmissibilità e della minore gravità di Omicron, prevenire il contagio non è più possibile e non è più necessario", ha affermato Ghebreyesus. "Niente potrebbe essere più lontano dalla verità", ha detto, sottolineando che "più contagi di Covid-19 significano più morti".
Il direttore dell'Oms ha sottolineato che da quando Omicron è stato rilevato per la prima volta nell'Africa meridionale 10 settimane fa, quasi 90 milioni di casi sono stati segnalati all'Organizzazione Mondiale della Sanità, più che in tutto il 2020. Nonostante la nuova variante sia nota per essere più mite, ha sottolineato che "stiamo iniziando a vedere un aumento molto preoccupante dei decessi nella maggior parte delle regioni del mondo". Pertanto è fondamentale continuare a lottare per fermare la diffusione del virus "senza lockdown ma utilizzando tutti gli strumenti, non solo i vaccini".
Matteo Bassetti, infettivologo, primario dell’ospedale San Martino di Genova - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Covid, Bassetti: "Fine della pandemia? Lo dicono tutti, ma l'Oms ha perso credibilità"
Infine ha sottolineato la necessità di continuare a monitorare le varianti emergenti, inclusa la sottovariante Omicron BA.2.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала