Morto Maurizio Zamparini, l'ex presidente di Palermo e Venezia aveva 80 anni

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaPalla in un campo da calcio
Palla in un campo da calcio - Sputnik Italia, 1920, 01.02.2022
Seguici suTelegram
Lo storico ex-presidente del Venezia e del Palermo Calcio si è spento nella clinica di Cotignola, in provincia di Ravenna, dove era ricoverato da alcuni giorni.
Si è spento stamani Maurizio Zamparini, storico ex presidente del Venezia e del Palermo Calcio e sicuramente uno dei più controversi, originali, passionali e vulcanici uomini della storia del calcio italiano.
L’imprenditore friulano aveva subito un’operazione per peritonite nel mese di dicembre, alla vigilia di Natale, all’ospedale di Udine, dal quale era stato poi dimesso.
Con il rientro a casa sembrava essersi ripreso, ma le sue condizioni, purtroppo, si sono di nuovo aggravate, tanto da rendere necessario, qualche giorno fa, un nuovo ricovero, questa volta nella clinica di Cotignola, in provincia di Ravenna, dove si è spento nella notte.
Zamparini, a ottobre, aveva vissuto il dramma della morte di figlio Armando, scomparso a Londra, a 23 anni, in seguito ad un'ischemia. Armando era il minore dei suoi 5 figli ed era nato dalla relazione avuta con seconda moglie, Laura Giordani.
Zamparini lascia altri quattro figli: Silvana, Greta, Andrea e Diego, avuti dalla prima moglie.
Imprenditore di successo nel campo edile e fondatore della catena commerciale MZ Mercatone Zeta, in seguito rivenduta alla francese Conforama, era diventato un volto noto al grande pubblico, grazie al suo ingresso nel mondo del calcio.
Zamparini aveva infatti condotto il Venezia alla promozione in serie A e poi aveva indissolubilmente legato il suo nome al Palermo, diventando, tra il 2002 e il 2018, il dirigente più vincente della storia della squadra siciliana.
Grandissimo scopritore di talenti, a lui si deve l’arrivo in Italia di campioni del calibro di Pastore, Cavani, Dybala, Amauri e la scoperta e la valorizzazione degli italiani Toni, Miccoli e Barzagli.

Sotto la sua presidenza, il Palermo ha conquistato la massima categoria dopo ben 31 anni, raggiungendo poi, nel corso degli anni, la qualificazione alla Coppa Uefa e, nel 2011, la finale di Coppa Italia.

Conosciuto per essere un 'mangia allenatori', Zamparini ha esonerato per ben 66 volte i suoi tecnici, e alcuni anche più volte, nei suoi 32 anni d'esperienza nel mondo del calcio.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала