In Guinea-Bissau irruzione di soldati a palazzo governativo: giallo su sorte presidente

© AP PhotoUmaro Sissoco Embalo
Umaro Sissoco Embalo - Sputnik Italia, 1920, 01.02.2022
Seguici suTelegram
Oggi l'Unione africana e la Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (ECOWAS) hanno condannato quello che hanno definito un "tentato colpo di stato" nella capitale Bissau.
Nel corso della giornata di oggi si sono sentiti spari vicino al Palazzo del Governo a Bissau, dove il presidente Umaro Sissoco Embalo e il primo ministro Nuno Gomes Nabiam stavano conducendo una riunione straordinaria del consiglio dei ministri.
Secondo l'agenzia Lusa, i soldati sono entrati nell'edificio e hanno ordinato ai ministri di andarsene.
"Le ultime informazioni che ho sono positive dato che il presidente è già al suo palazzo, nella sua residenza ufficiale... ma non sappiamo ancora se l'attacco è finito", ha detto il ministro degli Esteri portoghese Augusto Santos Silva all'emittente portoghese RTP in un'intervista di questo pomeriggio.
Un post sull'account Facebook di Embalo martedì sera diceva "ritorna la calma a Bissau!" con allegate le foto del presidente che incontrava ufficiali militari senza nome.
Sono stati segnalati uomini armati nelle strade della città, con filmati finiti online che mostrano uomini con in mano fucili anticarro e mitragliatrici fuori dal Palazzo del Governo.
Nessuna dichiarazione è stata fatta finora dagli uomini armati su chi siano e quali siano le loro motivazioni o obiettivi.
Ex colonia portoghese che ha combattuto una lunga guerra di liberazione, la Guinea-Bissau ha ottenuto l'indipendenza nel 1974 in seguito al rovesciamento del governo Estado Novo a Lisbona da parte della Rivoluzione dei garofani di sinistra. Tuttavia, da allora ha subito quattro colpi di stato, l'ultimo nel 2012.
Il presidente Embalo, ex generale, è entrato in carica nel 2020 in seguito alla vittoria alle elezioni contestate dal Partito africano per l'indipendenza della Guinea e di Capo Verde (PAIGC), il fronte di liberazione che ha portato il Paese all'indipendenza e da allora partito dominante nel Paese. Embalo si è paragonato al presidente filippino Rodrigo Duterte, tentando di coltivare una personalità fuori dal comune e spingendo un'ideologia populista che chiama "Embaloismo". Ha descritto l'Embalosim come "ordine, disciplina e sviluppo".
Il tentativo di colpo di stato è il quarto in un Paese dell'ECOWAS in meno di un anno, dopo un colpo di stato militare in Mali nel maggio 2021, uno nella Repubblica di Guinea nel settembre 2021 e il terzo in Burkina Faso il mese scorso.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала