Cosa cambia dall’1 febbraio: obbligo vaccinale per gli over 50 e regole su green pass

© Sputnik . Ilya NaimushinVaccinazione
Vaccinazione  - Sputnik Italia, 1920, 31.01.2022
Seguici suTelegram
Le norme che entrano in vigore: dalla durata della certificazione verde, all’obbligo di Super green pass sul posto di lavoro per chi ha più di 50 anni dal 15 febbraio.
Con l’inizio del mese di febbraio entrano in vigore le norme previste dal governo per la lotta alla pandemia.
Tra le più dibattute quella dell’obbligo vaccinale per tutti gli over 50 che entra in vigore dall’1 febbraio, e poi il Super green pass per tutti i lavoratori della stessa fascia di età dal 15 febbraio.
Altro cambiamento quello legato alla durata del green pass base, che passa da nove a sei mesi.

Le nuove scadenze del certificato

Dall’1 febbraio ci saranno due binari diversi per chi possiede il green pass base e per chi, invece ha quello rafforzato.
Super green pass:
chi ha completato il ciclo vaccinale, con le due dosi e il booster avrà un certificato valido più a lungo;
il governo deve decidere se estendere fino alla fine dello stato di emergenza, il 31 marzo, o fino al 15 giugno, data in cui non dovrebbe essere più richiesto.
Green pass base:
chi non ha completato il ciclo vaccinale o ha ricevuto una o due dosi ha un pass con validità ridotta, da nove a sei mesi dall'ultima somministrazione;
vietato l’ingresso in cinema, teatri, sui mezzi pubblici come autobus o metropolitana e anche nei ristoranti all'aperto o bar;
stop anche alle piscine e i centri congressi;
via libera per parrucchiere o estetista, banche, poste e uffici aperti al pubblico;
sempre possibile fare la spesa al supermercato, andare in farmacia e negli uffici delle forze dell'ordine per sporgere una denuncia.

Obbligo vaccinale over 50

Da domani scatta l'obbligo vaccinale per gli over 50.
Si tratta di un milione e mezzo di persone che non hanno copertura vaccinale e rischiano la sanzione una tantum da 100 euro.
Il 15 febbraio entrerà in vigore l'obbligo del Super Green pass per tutti i lavoratori over 50.
Chi violerà la norma rischia una multa tra i 600 e 1.500 euro.
E chi non presenterà la documentazione sarà considerato assente ingiustificato con la sospensione dello stipendio, ma mantenendo comunque il lavoro.

Le questioni in sospeso e le proroghe

Per la scuola e l’armonizzazione delle regole, per le fasce regionali legate ai colori bisognerà attendere il Consiglio dei ministri di mercoledì in cui si discuterà anche dell’andamento dei piani legati al Pnrr.
Per l’obbligo di mascherina all’aperto e per la chiusura delle discoteche e delle sale da ballo il governo ha deciso una proroga di 10 giorni.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала