Benzina, ecco dove in Europa il prezzo è più accessibile

© AFP 2022 / JEFF PACHOUD benzina
benzina - Sputnik Italia, 1920, 31.01.2022
Seguici suTelegram
La classifica prende in considerazione uno stipendio medio, utilizzato per comprare la massima quantità disponibile sul mercato del Paese di riferimento.
Primo in classifica, se guardiamo alla quantità massima di benzina che un cittadino, prendendo in considerazione uno stipendio medio, può mettere nel serbatoio della propria auto, è il Lussemburgo.
Il Lussemburgo è anche il Paese in Europa con il reddito pro-capite tra i più alti d'Europa, ma registra anche il record del prezzo più basso per il carburante preso in esame.
La classifica, se ne tenga ben conto, prende in considerazione uno stipendio medio, utilizzato per comprare la massima quantità disponibile sul mercato del Paese di riferimento, utilizzando un vettore popolare e con prezzi rilevati statisticamente medi.
In Lussemburgo si possono così acquistare 2329,9 litri di benzina verde, contro i 2148,8 della Norvegia, i 1944,4 dell'Austria, a scendere fino all'Italia, classificata al 15esimo posto e con un volume acquistabile di 1031,8.
La Germania raggiunge la quota di 1544, la Spagna di 1188,4.
A scendere ancora in classifica troviamo la Russia, con un volume acquistabile di 927 litri.
La statistica insomma, mostra un divario ampio innanzitutto tra Paesi scandinavi e centro-europei ed altri, all'interno dell'area dell'Unione Europea, e un ulteriore distacco tra i principali Paesi europei, stanziatisi comunque nelle prime 15 posizioni, e il resto dei Paesi presi qui in considerazione, vale a dire tutti i Paesi dell'Europa centro-orientale.

I prezzi

In Austria un litro costa 1,39 euro; in Germania 1,69; in Spagna 1,47; in 1,71 euro.
Nel Lussemburgo, un litro costa 1,45 euro; in Francia 1,65. In Italia 1,788; 1,72 in Grecia; 1,67 in Portogallo; 1,30 in Slovenia; 146 in Croazia, 0,58 euro per la Russia.
Intanto rimbalza sui mass media in queste ore la notizia di nuovi aumenti ai distributori del Belpaese.
Stando a quanto riportato dall'elaborazione del Quotidiano Energia sull'Osservatorio dei prezzi dei carburanti del Mise, il Ministero dello Sviluppo Economico, in modalità "self" la benzina tocca oggi quota 1,802 euro per litro, quando solo prima del weekend appena trascorso il prezzo medio era di 1,788.
Male anche per il diesel, che passa dal 1,662 di questo venerdì agli 1, 802 registrati alla data odierna.
Se poi facciamo un confronto tra prezzo della benzina in modalità "con servizio" tra venerdì e oggi, l'osservatorio segnala un lieve aumento, con il prezzo che dai 1,918 euro al litro, passa oggi a 1,933.
Un automobilista fa benzina al self service - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Prezzi alla pompa sempre più cari: benzina e gasolio ai massimi storici
Lo studio è stato preparato da esperti dell'agenzia stampa RIA sulla base dei dati della Commissione europea, dei comitati statistici e degli organismi di regolamentazione dei Paesi, dell'OCSE e della Banca centrale russa. I prezzi del carburante sono relativi a metà gennaio 2022. Per Ucraina e Kazakistan i prezzi indicati sono relativi a fine dicembre 2021, per la Norvegia alla fine di novembre 2021.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала