Scuola, contagi, mascherine e discoteche: il Consiglio dei Ministri cambia di nuovo le regole

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone passeggiano per le strade del centro di Milano, indossando maschere protettive, durante la pandemia del Covid-19.
Le persone passeggiano per le strade del centro di Milano, indossando maschere protettive, durante la pandemia del Covid-19. - Sputnik Italia, 1920, 30.01.2022
Seguici suTelegram
Domani la riunione del governo per uniformare le regole di quarantene e Dad tra primaria e secondaria. L’esecutivo deciderà se estendere lo stop ad eventi e feste oltre fine gennaio. Verso la modifica il sistema di “colori” per le Regioni.
Passata l’elezione del presidente della Repubblica, il governo torna a concentrarsi sulle misure da aggiornare e adottare, in particolare per quanto riguarda scuola, discoteche, mascherine e sistema di colori per le Regioni.
Domani il Consiglio dei ministri dovrebbe sciogliere e semplificare alcune modalità in particolare per quello che riguarda gli automatismi delle quarantene, uniformando le regole tra scuola primaria e secondaria.
Ancora in forse il via libera a feste e eventi in discoteca e all’aperto. Per le mascherine potrebbe essere decisa un’estensione dell’obbligo all’aperto.
Certo, invece, il cambio sul sistema di gestione delle Regioni, per cui probabilmente resterà soltanto la differenza con la zona rossa.

Dad con tre contagiati anche alle elementari

I cambiamenti per l’istruzione prevedono che chi ha il Super green pass rientri dall'autosorveglianza senza dover fare il tampone.
I test saranno gratuiti anche alle elementari: le cui famiglie potranno rivolgersi ai pediatri.
Con l’aumento della percentuale di vaccinati anche nella fascia 5-11, quasi al 30% di prime dosi, il governo studia la possibilità alle elementari di evitare il ricorso alla didattica a distanza per gli studenti vaccinati.
Inoltre, anche nella primaria, la Dad scatterà, come per le scuola media e le superiori, dai tre contagi in su.

Stop alle fasce

Tra i provvedimenti certi, i cambiamenti al sistema dei colori delle varie Regioni.
Le fasce, bianca, gialla, arancione e rossa continueranno ad essere un punto di riferimento per l'analisi epidemiologica delle diverse aree.
Ma l’unica vera differenza sarà con la fascia rossa per cui il governo dovrà definire le regole e norme per chi ha il Super green pass. Resta, infatti, da stabilire se in questa fascia le misure debbano essere applicate a chi ha totale copertura vaccinale.
Inoltre, verrà aggiornato l'indicatore che riguarda il calcolo dei ricoveri per Covid: i pazienti asintomatici che occupano un posto letto per altre patologie resterebbero in isolamento nello stesso reparto in cui si trovano, senza essere conteggiati come “ricoveri per Covid”.

Discoteche aperte o rinvio a marzo?

Il 31 gennaio scade il provvedimento del decreto Festività, entrato in vigore il 24 dicembre, e che prevedeva lo stop a discoteche, sale da ballo e all’organizzazione di feste e concerti in piazza.
Il settore auspica che la norma non venga prorogata, ma secondo le informazioni riportate dalla stampa il governo potrebbe decidere di estendere lo stop fino al 31 marzo, quando scadrà anche lo stato di emergenza.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала