Rapporto Twitter, il Giappone è il primo Paese al mondo per richieste di censura

© Ramil SitdikovTwitter logo
Twitter logo - Sputnik Italia, 1920, 30.01.2022
Seguici suTelegram
Il Giappone è il primo Paese al mondo per numero di richieste di censura inoltrate dal governo a Twitter.
Nella prima metà del 2021 sono più di 18.500 le istanze giunte dal Paese del Sol Levante sotto forma di sotto forma di ordini esecutivi, ingiunzioni dei tribunali e dei rappresentanti legali.
Si tratta di quasi la metà delle 43.387 richieste ricevute tra gennaio e giugno dell'anno scorso, secondo quanto emerge dall'aggiornamento semestrale del Centro Trasparenza di Twitter.
"Stiamo affrontando sfide senza precedenti poiché i governi di tutto il mondo tentano sempre più di intervenire e rimuovere i contenuti", scrive Sinéad McSweeney, Vicepresidente per le politiche pubbliche globali e la filantropia, a commento di una nota.
Il rapporto di Twitter specifica che il 93% delle istanze inviate da Tokyo è relativo a contenuti che violano le leggi in materia di narcotici e controllo della droga, oscenità e crimini legati a frodi finanziarie.
Twitter, infine, fa sapere che nel complesso, sono stati nascosti o rimossi alcuni o tutti i contenuti segnalati in risposta al 54% delle 43.387 richieste legali globali, per la rimozione di contenuti da 196.878 account. Si tratta del numero più elevato di istanze che la piattaforma ha ricevuto da quando ha iniziato a pubblicare il rapporto sulla trasparenza nel 2012.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала