Meloni: “Ricostruiremo il centrodestra. Con Salvini e Berlusconi oggi non siamo alleati”

© AP Photo / Pool / Riccardo AntimianiGiorgia Meloni
Giorgia Meloni  - Sputnik Italia, 1920, 30.01.2022
Seguici suTelegram
Lo sfogo della leader di Fdi dopo la decisione di parte della coalizione di votare per la rielezione di Mattarella. “Avevamo i numeri per un nostro presidente, in molti non hanno voluto”.
Giorgia Meloni, che difende l’atteggiamento mantenuto dal suo partito, Fratelli d’Italia, in questa elezione per il Quirinale, promette che “non lascerà da soli i milioni di italiani che votano e credono nel centrodestra”, ma dopo la rottura di ieri con Lega e Forza Italia, la coalizione va “ricostruita”.
“Ricostruiremo quello che si è rotto, in modo migliore. È una promessa, e io sono una che, come si è visto, mantiene la parola data”.
Parlando al Corriere della Sera, Meloni si continua a chiedere, come fatto già ieri pomeriggio dopo il via libera alla rielezione di Sergio Mattarella, perché il centrodestra abbia voluto sprecare l’occasione di eleggere un suo rappresentante al Colle.
“Avevamo i numeri, come maggioranza relativa, almeno per dare le carte. Ma nella coalizione molti non lo hanno voluto. I centristi di Cambiamo lo hanno in pratica dichiarato, una parte di Forza Italia non lo voleva”.
Meloni non ha sentito molto Berlusconi in questi giorni e su Salvini, che voleva fare il kingmaker dice: “Difficile fare il maker se rimetti lo stesso King...”
Per la leader di Fdi, il comportamento del leader del Carroccio, in particolare, è stato “incomprensibile”.
“Ho scoperto dalle agenzie che avrebbe votato Mattarella. L’unica ipotesi alla quale tutti i leader del centrodestra avevano detto no con apparente convinzione”.
E ricorda: “È la seconda volta che apprendo dalle agenzie di scelte su cui sembravamo d’accordo poi totalmente disattese: prima l’ingresso di FI e Lega nel governo Draghi e ora questa”.
Quindi, ad oggi con Berlusconi e Salvini non c’è più un’alleanza, afferma con forza.

Il flop Casellati

Meloni spiega che non si è voluto tentare un nome di centrodestra “per paura”, non soltanto della sua coalizione ma “di tantissimi in Parlamento”.
“Hanno barattato sette anni di presidente della Repubblica con sette mesi di legislatura, se vogliamo di stipendio”.
Ammette che sulla candidatura di Casellati “siamo stati noi a farci male. Anche se in quel caso Fdi ha votato compatta e anche la Lega ha votato bene. In qualche modo avevano ragione gli avversari che dicevano che sulla carta eravamo maggioranza, ma non nel voto sul presidente...”

Mattarella bis: “Un’anomalia”

Meloni, però, non rinuncia a stare all’opposizione convintamente e si prepara a nuove battaglie.
La rielezione di Mattarella “è l’ennesima grave anomalia: abbiamo un premier che non ha avuto alcun mandato popolare, un capo dello Stato rieletto quando la Costituzione non esclude formalmente il bis solo per permettere che possa avvenire in caso di emergenze straordinarie, e questa non lo è”.
E aggiunge: “Sono meravigliata che Mattarella, che aveva anche fatto sapere di non volere un secondo mandato, lo abbia accettato”, al suo posto “non lo avrei fatto, anche per rispetto alla decisione presa, alle modalità, alla carica”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала