Lazzerini “Ita non diventerà la low cost di Lufthansa”

© FotoITA, aereo
ITA, aereo - Sputnik Italia, 1920, 30.01.2022
Seguici suTelegram
L’ad ribatte che la compagnia sarà un vettore di “alto rango, verde, con la flotta più giovane d’Europa nel 2025”. E sulle perdite operative risponde che “la performance è eccellente per una startup” e le prenotazioni sono in crescita.
Il matrimonio con Lufthansa, e con Msc, è necessario per Ita Airways perché “non avrebbe futuro se restasse da sola”, ma questo non significa che la compagnia diventerà la low cost del vettore tedesco, parola di Fabio Lazzerini, amministratore delegato che ne parla a Repubblica.
Ita “va posizionata dentro un’alleanza strategica con una compagnia di punta: e Lufthansa è la prima in Europa per flotta”.
Lazzerini che condivide la guida con il presidente esecutivo Alfredo Altavilla, è molto fiero dell’andamento di Ita, che “è anche una mia creatura”: “Abbiamo messo in piedi una compagnia aerea in 90 giorni. Quando ci sediamo al tavolo con gli altri vettori, ci dicono che è una impresa senza precedenti”.
Lazzerini difende anche le dimensioni della compagnia aerea: “Non abbiamo un solo aereo in più del necessario. La nostra struttura è estremamente efficiente”.
E sull’ipotesi che dentro Lufthansa e la sua galassia di compagnia, Ita si trasformi in una low cost, Lazzerini risponde senza esitazioni.
“Non scherziamo. L’arrivo degli splendidi Airbus di nuova generazione farà di noi un vettore di alto rango, verde, con la flotta più giovane d’Europa nel 2025. Starà a noi e al nostro lavoro dimostrare che Ita può avere un ruolo importante in qualsiasi alleanza entrerà”.

Sinergia con crociere e ferrovie

Dopo quasi quattro mesi dal lancio di Ita, Lazzerini annovera contratti commerciali con 30 mila tra agenzie di viaggio e tour operator e con 2.000 grandi aziende.
Logo della nuova compagnia Ita Airways - Sputnik Italia, 1920, 28.01.2022
Anche Air France vuole Ita, ma il governo tira dritto con Msc e Lufthansa
“Rapporti commerciali sono in essere con oltre 159 compagnie aeree” e i “croceristi sono un segmento importante dì sviluppo”, a cui si punta con l’accordo con Msc.
E con le Ferrovie “stiamo lavorando a un accordo - inizialmente commerciale e poi strutturale - per integrare aereo e treno. Una forte integrazione - che porti l’alta velocità a Fiumicino - può dare un impulso alla semplificazione di alcune rotte nazionali”.

Perdite ma prenotazioni in aumento

Lazzerini non si dice preoccupato del rosso accumulato da Ita nel 2021, pari a 170 milioni.
“Ita è una startup e i ritorni degli investimenti iniziali si producono nel tempo. La performance intanto è eccellente, per affidabilità operativa e sul piano commerciale”.
Lo dimostrano, secondo l’Ad, i voli puntuali: “A gennaio siamo stati i primi al mondo per puntualità e ultimi per cancellazioni, evento rarissimo”.
Inoltre, “registriamo una ripresa delle prenotazioni nell’ordine del 15-20%, giorno su giorno, anche perché Paesi come il Regno Unito e la Spagna allentano le misure anti-Covid. Gli italiani, poi, hanno voglia di vita, di viaggi. Sono fiduciosi di spostarsi quest’estate e comprano Ita”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала