Superbonus, Sicindustria: imprese a rischio default per le limitazioni del Dl Sostegni

© AP Photo / Michel EulerEdilizia
Edilizia - Sputnik Italia, 1920, 29.01.2022
Seguici suTelegram
Il leader degli industriali siciliani lancia l'allarme sul rischio default delle imprese: le nuove limitazioni nel Dl Sostegni ter affossano il settore.
Il boom di aziende sorte in Sicilia grazie a Superbonus 110 e bonus edilizi rischia di trasformarsi in un default dell'intero settore, per le nuove limitazioni alla cessione del credito d'imposta, introdotte dal governo Draghi nel Dl Sostegni ter.

A lanciare l'allarme, in una nota Ansa, è il presidente di Sicindustria, Gregory Bongiorno, che esprime perplessità per una "scelta che, seppur condivisibile nell'ottica di contrasto alle possibili frodi, cambia nuovamente le regole del gioco a partita iniziata".

Il rischio, spiega, è quello di danneggiare migliaia di imprese oneste, impegnate in interventi di riqualificazione energetica e sismica, che "si troveranno costrette a rivedere le condizioni contrattuali con i propri committenti con il rischio concreto di contenziosi. - avverte Bongiorno - Ma non solo".
Il leader degli industriali siciliani mette in evidenza le difficoltà delle aziende per l'ulteriore rincaro dei prezzi delle materie prime a gennaio, che si somma a quello già subito l'anno scorso.

"Se a questo si somma la modifica prevista dall'art. 28 del Dl Sostegni ter che limita la cessione del credito d'imposta ad una sola volta, - prosegue - il danno è servito con conseguenze disastrose per un settore che, dopo anni di crisi profonda, aveva finalmente ripreso fiato".

Secondo Sicindustria, le limitazioni previste nel dl Sostegni alle operazioni di cessione di credito d'imposta, che potranno essere effettuate unicamente da grandi banche, creeranno una "pericolosa concentrazione" del mercato con un "inevitabile" allungamento dei tempi e dei costi.
"La richiesta - conclude Bongiorno - è, quindi, che si rivedano le modifiche previste, e in particolare l'art. 28, non limitando le ulteriori cessioni di credito tra banche e intermediari finanziari vigilati da Banca d'Italia, in grado di garantire in ogni caso la tracciabilità dei flussi finanziari ed escludere quindi la possibilità di frodi".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала