Russia, la Flotta Baltica testa i missili Bastion: colpite ipotetiche navi nemiche in esercitazione

© AFP 2022 / Adalberto RoqueNave di ricognizione della Marina Militare russa "Viktor Leonov"
Nave di ricognizione della Marina Militare russa Viktor Leonov - Sputnik Italia, 1920, 29.01.2022
Seguici suTelegram
Addestramento concluso con successo per la Flotta del Baltico russa, che ha movimentato i nuovi sistemi missilistici a controllo elettronico anti nave "Bastion".
Gli addestramenti delle formazioni missilistiche costiere della flotta baltica si sono svolte nella regione di Kaliningrad.
Durante l'addestramento, gli equipaggi hanno eseguito lanci di missili a controllo elettronico, centrati sulle navi di un ipotetico nemico, secondo quanto riferisce il dipartimento di supporto informativo della Flotta del Baltico del servizio stampa del distretto militare occidentale.

"Nel quadro di un'esercitazione pianificata, gli equipaggi dei sistemi missilistici anti-nave Bastion della flotta baltica hanno condotto nella regione di Kaliningrad l'addestramento per sconfiggere un distaccamento di ipotetiche navi nemiche", si legge nella nota.

Nelle esercitazioni sono stati coinvolti più di 50 militari e circa 10 unità di attrezzature su ruota e speciali. Gli equipaggi dell'equipaggiamento militare, in conformità con gli standard attuali, hanno elaborato l'avanzamento dal punto di dispiegamento fisso, il dispiegamente e la preparazione delle armi ed hanno quindi eseguito lanci di missili a controllo elettronico contro le navi del nemico ipotetico.

Come specificato nella nota, le navi della flotta baltica che svolgevano compiti in mare fungevano da "nemico".
Nelle ultime settimane sono in corso una serie di esercitazioni navali in tutte le aree di responsabilità delle flotte sotto la supervisione generale del Comandante in Capo della Marina Militare. Le esercitazioni sono necessarie per elaborare le azioni della Marina e delle forze aerospaziali, per proteggere gli interessi nazionali russi negli oceani, nonché per contrastare le minacce militari alla Federazione Russa provenienti dal mare e dall'oceano.
Le esercitazioni riguardano le acque dei mari adiacenti al territorio russo, nonché aree operativamente importanti di tutti gli oceani. Esercitazioni separate si terranno nelle acque del Mar Mediterraneo, del Mare del Nord, dei mari di Okhotsk, nella parte nord-orientale dell'Oceano Atlantico e dell'Oceano Pacifico. In totale, parteciperanno agli eventi oltre 140 navi da guerra e di supporto, più di 60 aerei, 1.000 unità di equipaggiamento militare e circa 10.000 militari.
L'incrociatore Pyotr Veliky - Sputnik Italia, 1920, 29.01.2022
Russia, esercitazioni militari: incrociatore nucleare respinge attacco aereo nell'Artico
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала