Pil verso +6,5% nel 2021, Brunetta: "Un vero e proprio boom. Meglio di noi solo la Francia"

© Sputnik . Evgeny UtkinRenato Brunetta
Renato Brunetta - Sputnik Italia, 1920, 29.01.2022
Seguici suTelegram
Per il ministro, le tensioni inflattive non neutralizzeranno l'effetto trascinamento della crescita del 2021 sul 2022: "Possiamo ragionevolmente prevedere una crescita per quest'anno oltre il +4%".
Il Pil dell'Italia vola verso un +6,5% nel 2021, un anno di eccezionale crescita "da vero e proprio boom economico", secondo il ministro della Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta.
"Lunedì l'Istat ufficializzerà il dato sulla crescita del Pil e formalizzerà, così, un anno da vero e proprio boom economico per il nostro Paese. La crescita nel 2021, presumibilmente, sarà del +6,5%: un risultato strepitoso (meglio di noi solo la Francia con un +7%)", afferma il ministro in una nota.
Una crescita "superiore a qualsiasi previsione elaborata a inizio anno", che deriva dalla "sommatoria di tassi di crescita positivi in tutti e quattro i trimestri dell'anno appena concluso, - spiega Brunetta - compreso il quarto che, su base congiunturale, dovrebbe segnare un +0,6% rispetto al trimestre precedente".
Il risultato del 2021 garantisce la crescita anche per il 2022, "pur in presenza di tensioni inflattive", dovute ai rincari dell'energia e considerando la situazione pandemica.
"L'effetto trascinamento della crescita del 2021 sul 2022 garantirà uno slancio più che positivo per l'anno in corso e, se sarà confermato un tasso di crescita del Pil nel 2021 al +6,5%, la crescita acquisita può essere stimata intorno al +2,5%", afferma Brunetta, sottolineando che "la resilienza mostrata dall'economia italiana negli ultimi mesi e la strategia messa in atto dal Governo Draghi ben depongono anche per il 2022 e possiamo ragionevolmente prevedere una crescita per quest'anno oltre il +4%".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала