Fumata nera alla settima votazione, ma pioggia di voti per Mattarella: verso il bis. Draghi media

© Foto : Ufficio Stampa QuirinaleMattarella e Draghi
Mattarella e Draghi - Sputnik Italia, 1920, 29.01.2022
Seguici suTelegram
I partiti non riescono a trovare un’alternativa condivisa, anche la Lega apre per il secondo mandato. Colloquio del presidente con il premier per proseguire con l’attuale governo per il "bene del Paese".
Pioggia di voti per il presidente uscente Sergio Mattarella nella settima votazione per il Colle: 387. Un movimento nato nei giorni scorsi, che ora sta portando a una spinta per il bis, con il premier Mario Draghi che sta mediando con il capo dello stato direttamente.
La soluzione è a portata di mano, secondo Matteo Renzi, che si mostra ottimista: "Stasera si chiude" sul Quirinale. Una dichiarazione convinta in vista dell'ottava votazione, prevista alle 16:30. "L'intesa su Mattarella è una grandissima gioia", ha detto dopo il vertice di maggioranza.
Silvio Berlusconi ha sentito direttamente Mattarella, annunciando il sostegno di Forza Italia alla sua rielezione. "Chiediamo un grande sacrificio a Mattarella nell'interesse del Paese".
Apre anche Matteo Salvini, che si dice con “la coscienza a posto”, perché ha ricevuto soltanto no dalla sinistra.
"Riconfermiamo il Presidente Mattarella al Quirinale e Draghi al governo, subito al lavoro da oggi pomeriggio, i problemi degli italiani non aspettano".
Stupita l’alleata Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che affida a un tweet la sua posizione.
"Salvini propone di andare tutti a pregare Mattarella di fare un altro mandato da presidente della Repubblica. Non voglio crederci", ha detto Meloni. Fdi ha votato per Nordio.

Draghi media il bis

Nel corso della mattinata, mentre era in corso la votazione a Montecitorio, c’è stato un colloquio di venti minuti tra Mattarella e Draghi, al termine della cerimonia per il giuramento del nuovo giudice costituzionale Filippo Patroni Griffi.

Draghi avrebbe chiesto al capo dello stato di rimanere, per "il bene e la stabilità del paese", se il Parlamento lo chiederà.

I capigruppo andranno al Quirinale intorno alle 15 di oggi, per chiedere il passo del presidente.

Schieramento eterogeneo per il bis

Secondo quanto è emerso nelle ultime ore e nei giorni precedenti, oltre al Pd, che aveva già avanzato l'ipotesi del secondo mandato per Mattarella, con Letta che aveva parlato di "saggezza del Parlamento", anche nel M5S i fronti si stanno riallineando verso una riconferma al capo dello stato.
Conte ha detto che il nome è "cresciuto giorno dopo giorno" nel Movimento. Una figura "super partes e autorevole".
Letta ha postato su Twitter la foto di uno striscione: "Grazie presidente Mattarella".
Anche Casini, che era stato ipotizzato da Forza Italia come possibile candidato, ha fatto un passo indietro, in nome dell'unità.
Diversi governatori grandi elettori avevano avanzato anche nei giorni scorsi la possibilità di chiedere un bis a Mattarella. E poi Iv e Leu, sulla stessa linea.
Nel vertice dei leader della maggioranza è emerso un altro tentativo di Salvini di proporre Marta Cartabia, attuale Guardasigilli, ipotesi bocciata dai presenti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала