Più di 20 navi gassiere in arrivo in Europa dagli Stati Uniti - Wall Street Journal

CC0 / Pixabay / Cucina a gas
Cucina a gas - Sputnik Italia, 1920, 28.01.2022
Seguici suTelegram
Più di 20 navi cisterna per il trasporto di prodotti gassosi allo stato liquefatto, dette gassiere, si starebbero dirigendo dagli Stati Uniti verso l'Europa, tra i tentativi dell'UE e di Washington di trovare un'alternativa al carburante russo, scrive il Wall Street Journal.
Secondo la pubblicazione, i funzionari negli Stati Uniti e in Europa stanno ora cercando di trovare alternative a breve termine per ricostituire le scorte di carburante esaurite.
"Più di 20 navi cisterna si stanno dirigendo dagli Stati Uniti verso l'Europa", secondo il Wall Street Journal.
Allo stesso tempo, secondo la pubblicazione, la società di analisi Vortexa riferirebbe che altre 33 di queste navi potrebbero seguire lo stesso corso. Secondo il capo dell'azienda, Clay Sigle, "copriranno solo una parte" delle consegne russe.
Secondo il quotidiano, citando persone che hanno familiarità con la questione, negli ultimi giorni funzionari dell'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden avrebbero effettuato videochiamate con funzionari di tutto il mondo, nel tentativo di convincere gli acquirenti in Corea del Sud, Giappone e altri paesi, i quali hanno già pagato le loro forniture, di consentire agli Stati Uniti di reindirizzarle verso l'Europa. È stato anche riferito che funzionari europei stanno pianificando o hanno già fatto viaggi a Doha e Baku, per cercare di organizzare i rifornimenti.
Quanto gas c'è nei serbatoi europei  - Sputnik Italia, 1920, 27.01.2022
Quanto gas c'è nei serbatoi europei
In precedenza, il Washington Post aveva riferito, citando un alto funzionario statunitense, che gli Stati Uniti avevano tenuto colloqui con i principali fornitori di gas in Nord Africa, Medio Oriente, Asia e negli stessi Stati Uniti sulla loro disponibilità ad "aumentare temporaneamente" la produzione di gas per l'Europa.
Un alto funzionario dell'amministrazione statunitense aveva anche detto ai giornalisti che gli Stati Uniti stanno cercando fonti alternative di gas naturale per l'Europa, nel caso in cui il transito russo attraverso l'Ucraina venga interrotto, e che stanno considerando le interruzioni delle esportazioni attraverso altre rotte come uno scenario invece meno probabile. Lo stesso funzionario ha espresso fiducia che gli Stati Uniti saranno in grado di soddisfare i bisogni dell'Europa attraverso fonti alternative durante il resto dell'inverno e per la primavera.
Il Cremlino ha affermato che la Russia ha sempre adempiuto in modo impeccabile ai propri obblighi contrattuali per le forniture di gas all'Europa e non ha mai dato motivo di dubitare della sua affidabilità.
Gas - Sputnik Italia, 1920, 17.01.2022
All'Europa consigliato di cambiare la strategia di stoccaggio del gas
I piani attribuiti alla Russia per aggravare la situazione intorno all'Ucraina sono categoricamente smentiti da Mosca, che ha sempre dichiarato di non stare minacciando nessuno e non aver intenzione di attaccare nessuno, mentre tutto l’allarmismo creato non servirebbe ad altro se non come scusa per poter posizionare ancora più equipaggiamento militare della NATO vicino alle frontiere russe.
Come aveva affermato in precedenza il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, la Russia non crea alcun pretesto per una situazione di conflitto intorno all'Ucraina. Secondo questi, la Russia non esclude che l'isteria intorno all'Ucraina, pubblicizzata dall'Occidente, miri a coprire il proposito di Kiev di sabotare gli accordi di Minsk sul Donbass. Secondo l'addetto stampa del presidente della Federazione Russa, Dmitry Peskov, l'isteria informativa degli Stati Uniti e della NATO sull'Ucraina è abbondantemente incorniciata da bugie e falsità.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала