Una ricerca rivela i modi migliori per ottenere la "super immunità" contro il coronavirus

© Sputnik . Evgeny UtkinLe persone indossano mascherine protettive a Milano
Le persone indossano mascherine protettive a Milano - Sputnik Italia, 1920, 27.01.2022
Seguici suTelegram
È stato scoperto più di un modo per ottenere una solida immunità contro il COVID-19, secondo una nuova ricerca di laboratorio dell'Oregon Health & Science University, pubblicata martedì sulla rivista Science Immunology.
Secondo lo studio, sarebbero due i modi più probabili per ottenere la cosiddetta ‘immunità ibrida’ o ‘super immunità’: aver superato un'infezione naturale ed essersi poi vaccinati, oppure essersi vaccinati e poi essere stati contagiati successivamente. In entrambi i casi, l’organismo produce livelli sostanzialmente identici e molto alti di protezione immunitaria.
"Non fa differenza ci si infetta e poi ci si vaccina, o ci si vaccina e poi ci si contagia", ha detto il coautore dello studio Fikadu Tafesse, assistente professore di microbiologia molecolare e immunologia nella OHSU School of Medicine, citato nel rapporto di EurekAlert per spiegare i risultati. "In entrambi i casi, si otterrà una risposta immunitaria davvero, davvero robusta, sorprendentemente alta".
Sebbene la ricerca sia stata condotta prima della scoperta della variante Omicron, gli esperti ritengono che le risposte immunitarie ibride siano comparabili con il nuovo ceppo altamente trasmissibile.

Livelli di immunità eccezionalmente alti

Secondo EurekAlert, il nuovo studio si basa su di una ricerca OHSU pubblicata a dicembre, che ha dimostrato livelli eccezionalmente elevati di risposta immunitaria all'indomani di infezioni successive a vaccinazioni, un fenomeno noto come "super immunità".
Le risposte immunitarie valutate nel siero del sangue in entrambi i casi (vaccinazione-infezione / infezione-vaccinazione) indicavano anticorpi altrettanto abbondanti e forti, almeno 10 volte più potenti dell'immunità indotta dalla sola vaccinazione.
"La probabilità di contrarre infezione postvaccinale è alta perché c'è così tanto virus intorno a noi in questo momento", ha detto Tafesse. "Ma ci posizioniamo meglio vaccinandoci. E se il virus arriva, avremo un decorso più lieve e finiremo con l’ottenere questa super immunità".
Per realizzare la ricerca, gli scienziati hanno riunito un totale di 104 persone, tutti i dipendenti dell'OHSU vaccinati con il vaccino Pfizer, e li hanno divisi in tre gruppi: 42 persone vaccinate senza infezione, 31 persone vaccinate dopo un'infezione e 31 persone che hanno sviluppato infezioni postvaccinali.
I ricercatori hanno prelevato campioni di sangue da ciascun partecipante e li hanno esposti a tre forme del virus SARS-CoV-2 vivo in un laboratorio di livello di biosicurezza 3, controllando per età, sesso e tempo dalla vaccinazione e dall'infezione. Hanno scoperto che entrambi i gruppi con "immunità ibrida" producevano livelli di immunità più elevati rispetto al gruppo solo vaccinato ma mai contagiato.

Forse diverrà una "comune infezione stagionale"

I ricercatori ritengono anche che con la varietà altamente contagiosa di Omicron che si diffonde in tutto il mondo, ogni nuova infezione postvaccinale potrebbe portare la pandemia più vicina alla fine.
"Mi aspetto che a questo punto molte persone vaccinate finiscano per essere infettate dopo la vaccinazione e quindi ottengano la forma di immunità ibrida", ha detto il coautore principale Bill Messer, assistente professore di microbiologia molecolare e immunologia e medicina delle malattie infettive presso la OHSU School of Medicine.
L'altro coautore principale dello studio, Marcel Curlin, ha detto a EurekAlert che l'infezione naturale da sola ha un livello variabile di immunità.
"Alcune persone producono una risposta forte e altre no", ha detto. "Ma la vaccinazione combinata con l'immunità dalle infezioni fornisce quasi sempre risposte molto forti", esprimendo in conclusione fiducia nel fatto che questo coronavirus alla fine diverrà una malattia endemica relativamente lieve, simile a una "comune infezione stagionale del tratto respiratorio".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала