Elon Musk chiede a McDonald’s di accettare Dogecoin, la risposta: Sì, se Tesla accetta Grimacecoin

© AFP 2022 / Britta PedersenElon Musk
Elon Musk - Sputnik Italia, 1920, 27.01.2022
Seguici suTelegram
Elon Musk resta un grande promotore della criptovaluta “meme” Dogecoin (DOGE) e in un tweet ha pubblicamente chiesto a McDonald’s di accettare la meme coin come modalità di pagamento dei Mc Menù.
Non si è fatta attendere l’ironica, quanto informata, risposta della McDonald’s, la quale si è detta disponibile ad accettare Dogecoin come mezzo di pagamento, ma a patto che Tesla accetti Grimacecoin.
Una risposta che equivale a dire no, Dogecoin non lo accettiamo. Grimacecoin, infatti, è un progetto che si rifà al personaggio McDonald’s Grimace. Quest’ultimo è un personaggio storico di McDonald’s, con cui la catena globale dei fast food promuoveva i suoi menù negli anni '80 e '90 negli Stati Uniti.
Un gruppo non meglio precisato di sviluppatori, o presunti tali, ha creato una criptovaluta legata al personaggio: Grimacecoin per l’appunto.
McDonald’s è al corrente di questo progetto, anche se non lo ha mai supportato e così lo ha utilizzato come risposta ironica al tweet del miliardario Elon Musk.
Va aggiunto che Grimacecoin non ha alcun valore di mercato e che al massimo è possibile trovarlo su una piattaforma di scambio decentralizzata, a cui di solito accedono gli amanti delle criptovalute con maggiore dimestichezza e competenza.
Fatto sta che il tweet di Elon Musk, come sempre, ha fomentato il mercato di Dogecoin, e dopo avere ricevuto decine di migliaia di like e di risposte, tra cui anche quelli interessanti di noti exchange di criptovalute, Doge ha acquisito valore. La criptomoneta si è portata sopra i 0,15 USD prima di perdere quota.
Da segnalare anche la risposta “criptica” di Burger King al tweet di Elon Musk: “Solo un re sa cosa fa la moneta”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала