XTB promuove Bitcoin e criptovalute anche nel 2022, arriveranno nuovi investitori italiani?

Bitcoin - Sputnik Italia, 1920, 26.01.2022
Seguici suTelegram
La piattaforma XTB si mostra ottimista per il 2022 delle criptovalute, nonostante la profonda correzione che prosegue da novembre, quando il bitcoin ha toccato il suo nuovo picco massimo.
E mentre alcuni analisti tecnici ipotizzano che questo sia il momento per comprare il “dip”, altri invece invitano alla maggiore cautela, perché BTC potrebbe anche tornare ai 10mila USD da cui la criptovaluta è partita nel 2020, generando l'entusiasmante (per alcuni) rally dello scorso anno.
XTB, che mercoledì ha organizzato un webinar online con il trader Marco Casario, crede che il 2022 porterà all’ingresso di nuovi investitori italiani nel panorama delle criptomonete.
E questo nonostante l’elevata volatilità a cui stiamo assistendo anche in questo scorcio di 2022.
“Ci sono segnali consistenti che ci dicono che il fenomeno delle cripto sia ormai una realtà consolidata e su cui un po’ tutti i governi, le banche centrali e le borse stanno lavorando per avere entro il 2022 delle vere regolamentazioni”, ha commentato Walid Koudmani, Market Analyst XTB, come riportato da Askanews.
E si fa l’esempio di El Salvador, dove il presidente Bukele continua a comprare Bitcoin nelle fasi ribassiste, dopo aver dichiarato la criptovaluta valuta legale nel paese che governa.
Si fa notare ancora che PayPal intende dare vita a un proprio crypto asset per scopi non meglio precisati, e che il sindaco di New York, Eric Leroy Adams, ha chiesto che il suo stipendio sia pagato in Bitcoin.
Tutto vero, ma è oggettivo come gli investitori globali stiano ritirando le masse monetarie immesse nelle criptovalute, dopo l’annuncio da parte della Fed di cessare la politica monetaria accomodante e di innalzare il tasso d'interesse sul costo del denaro. Un cambio di strategia necessario per contrastare un'inflazione giunta al 7% negli USA (la più alta dal 1982).
Le opportunità nel mercato delle criptomonete non mancheranno neppure nel 2022, ma forse sarà meglio monitorare e verificare come si mettono le cose nel primo semestre di questo nuovo anno e quindi decidere.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала