Lavrov senza giri di parole: segretario generale Nato fuori dalla realtà

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaSergey Lavrov
Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 26.01.2022
Seguici suTelegram
Il ministro degli Esteri russo ha sostenuto che Jens Stoltenberg ha perso il contatto con la realtà.
Il ministro degli Esteri russo, Sergey Lavrov, commentando le parole del segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, sulla possibilità di costruire una presenza militare sul fianco orientale, ha affermato di non prendere in considerazione le sue dichiarazioni da molto tempo.
"Secondo me, ha già perso il contatto con la realtà", ha detto il capo della diplomazia russa ai giornalisti.
L'Occidente alimenta l'isteria sull'Ucraina, annunciando l'evacuazione dei diplomatici da Kiev, ha aggiunto Sergey Lavrov.
"L'Occidente, ovviamente, sta fomentando l'isterismo: l'evacuazione è parallela alle forniture di armi, in parallelo alla faziosità dell'élite ucraina, anche se la stessa élite ucraina, a mio avviso, è già un po' spaventata dal fatto che l'Occidente abbia cominciato ad intimidire troppo", ha detto Lavrov.
Negli ultimi due mesi, la Russia ha ripetutamente respinto le accuse di politici e media occidentali secondo cui il Paese avrebbe intenzione di invadere l'Ucraina. Mosca ha anche condannato le critiche dell'Occidente sulla presunta ridistribuzione delle truppe russe vicino ai confini ucraini.
Jens Stoltenberg  - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2022
Stoltenberg: Nato non schiererà truppe in Ucraina
Il Cremlino ha sottolineato che è un diritto sovrano di un Paese spostare le proprie truppe all'interno del proprio territorio e ha sottolineato che il numero dei militari della Nato in Europa orientale è cresciuto costantemente negli ultimi decenni, nonostante le condanne di Mosca.
Il ministero degli Esteri russo aveva notato, in precedenza, che le dichiarazioni occidentali sull'"aggressione russa" e sulla possibilità di aiutare Kiev a difendersi sono sia ridicole che pericolose.
Russia, Nato e Stati Uniti hanno tenuto colloqui sulla sicurezza all'inizio di questo mese, con il Cremlino che ha presentato le sue proposte su come porre fine alle crescenti tensioni e risolvere la crisi di sicurezza nella regione. L'Occidente ha respinto le proposte chiave, come il divieto di espansione verso est dell'Alleanza Atlantica, ma ha sostenuto che il dialogo dovrebbe andare avanti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала