Crisi ucraina, fatto il punto su accordi di Minsk da consiglieri leader del formato di Normandia

© AP Photo / Inna VarenytsiaBandiera ucraina al confine tra l'Ucraina e la Russia
Bandiera ucraina al confine tra l'Ucraina e la Russia - Sputnik Italia, 1920, 26.01.2022
Seguici suTelegram
In una riunione dei consiglieri dei leader del formato Normandia, le parti hanno fatto un inventario degli accordi di Minsk, ha affermato Dmitry Kozak, vicedirettore dell'amministrazione presidenziale russa.
"Abbiamo fatto un inventario di quelle discrepanze e delle diverse interpretazioni degli accordi di Minsk. Non è un segreto che esistano", ha detto Kozak a seguito dei colloqui tra i consiglieri dei leader dei Quattro della Normandia (Francia, Germania, Russia, Ucraina).
Oggi all'Eliseo si è svolta una riunione dei consiglieri dei leader del formato di Normandia. I negoziati, iniziati intorno alle 12 dell'orario locale (come in Italia - ndr), sono durati quasi 8 ore e mezza.
La delegazione russa ai colloqui era rappresentata dal vicedirettore dell'amministrazione presidenziale Dmitry Kozak, la delegazione francese era rappresentata dal consigliere diplomatico del presidente francese Emmanuel Bonn, la delegazione tedesca era rappresentata dal consigliere di politica estera del cancelliere tedesco Jens Plötner e la delegazione ucraina era rappresentata dal direttore dell'amministrazione presidenziale ucraina Andrey Yermak.
Kozak ha auspicato che i risultati della riunione consultiva a Berlino tra due settimane si trasformino in decisioni concrete.
"Gli interlocutori hanno convenuto che occorre ancora prendersi una pausa, pensare e uscire per discutere e risolvere tutte queste contraddizioni che esistono oggi e, purtroppo, ce ne sono molte. Ci auguriamo che i risultati di questo accordo diventino decisioni concrete entro due settimane. Avvicineremo le nostre posizioni per arrivare a una posizione comune, con alcune raccomandazioni al pacchetto degli accordi di Minsk, in modo che l'Ucraina, il Donbass e l'Osce abbiano raccomandazioni specifiche sulla risoluzione del conflitto", Kozak ha detto ai giornalisti.
Ha inoltre affermato che la pressione su uno stato sovrano è inutile e serve che la stessa Kiev capisca la necessità di porre fine al conflitto nel Donbass.
Bandiera ucraina, crisi Donbass - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Per Cremlino concentramento truppe ucraine in linea di contatto Donbass segnala preparativi attacco
"Quanto alla pressione sull'Ucraina, è inutile fare pressione su uno Stato sovrano, e nessuno sembra esercitare alcuna pressione su di loro. Lo ripeto, è inutile fare pressione . L'Ucraina deve comprendere da sola che deve risolvere questo conflitto, porre fine alla guerra fratricida, al conflitto intra-ucraino. È necessario attuare gli accordi di Minsk in modo coerente, senza oscillazioni, senza interpretazioni, senza eccezioni, senza una realizzazione selettiva di questi accordi", ha detto Kozak ai giornalisti.
In precedenza si era saputo che Stati Uniti e Nato avevano inviato la risposta scritta alla proposta di Mosca sulla sicurezza.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала