Anche dalla Nato inviate le risposte alle proposte di sicurezza della Russia

© AP Photo / Geert Vanden WijngaertIl quartiere generale della NATO a Bruxelles
Il quartiere generale della NATO a Bruxelles - Sputnik Italia, 1920, 26.01.2022
Seguici suTelegram
Secondo il segretario di Stato americano Antony Blinken, le risposte scritte della Nato sarebbero state inviate non molto tempo dopo la presentazione di Washington delle proprie risposte alla Russia, trasmesse oggi.
Il ministero degli Esteri russo ha affermato che le risposte della Nato sono state consegnate all'ambasciatore russo a Bruxelles questa sera.
"Chiediamo ancora una volta alla Russia la de-escalation della situazione. La Nato crede fermamente che le tensioni e i disaccordi debbano essere risolti attraverso il dialogo e la diplomazia", ​​ha detto ai giornalisti il segretario generale dell'Alleanza Atlantica Jens Stoltenberg, aggiungendo che il blocco occidentale è disposto ad ascoltare le preoccupazioni russe sulla sicurezza.
Stoltenberg ha inoltre proposto che la Russia e la Nato riaprano i rispettivi uffici a Bruxelles e Mosca. Gli uffici sono stati chiusi nell'ottobre 2021 da Mosca come misura di ritorsione a seguito della revoca dell'accreditamento di otto funzionari russi a Bruxelles dopo che erano stati accusati di essere ufficiali dell'intelligence russa. Inoltre la Nato aveva già dimezzato il personale della sua sede di Mosca da 20 a 10 impiegati.
"Stiamo proponendo riunioni informative reciproche sulle esercitazioni e sulle politiche nucleari nel Consiglio Nato-Russia", ha aggiunto Stoltenberg.
Il segretario di Stato USA Antony Blinken - Sputnik Italia, 1920, 26.01.2022
Blinken: Usa sosterranno politica 'porte aperte' Nato, aperti a discussioni sicurezza con Mosca
Il segretario generale ha affermato che la Nato è un'alleanza di difesa che non cerca il confronto e spera nel miglior risultato, tuttavia si prepara al peggio. In virtù di questo una forza di risposta di 5mila uomini era già stata preparata e potrebbe essere pronta a dispiegarsi in pochi giorni sul fianco orientale e la Nato stava rafforzando la sua presenza nelle regioni del Baltico e del Mar Nero.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала