Zlatan Ibrahimovic sostiene l’amico Novak Djokovic: “Ti vaccini se pensi che serva, non per obbligo”

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaZlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2022
Seguici suTelegram
Il campione di calcio svedese, Zlatan Ibrahimovic, ha definito problematica la vaccinazione obbligatoria, sostenendo l’amico Novak Djokovic, tennista numero uno al mondo, cui è stato impedito di partecipare agli Australian Open, per essere entrato nel paese senza la vaccinazione richiesta.
"Non dovresti essere costretto a vaccinarti per poter andare al lavoro", ha detto l'attaccante svedese di 40 anni, come citato dall'emittente nazionale SVT. "Farsi vaccinare per motivi di salute non è la stessa cosa che farsi vaccinare per un torneo di tennis", ha continuato.
Ibrahimovic ha sottolineato che lui stesso è stato vaccinato, ma che non lo ha fatto per poter giocare a calcio.
“Chi si vaccina lo fa perché crede che sia efficace contro la malattia. Mi sono vaccinato perché penso che mi protegga, non per poter giocare a calcio. Sono due cose diverse", ha detto Ibrahimovic.
Zlatan Ibrahimovic, nato in Svezia da padre bosniaco e madre croata, e la stella del tennis serbo Novak Djokovic sono amici in privato e sono stati visti uscire insieme diverse volte nel corso degli anni.
Novak Djokovic - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Le nuove regole sul COVID-19 francesi consentiranno a Djokovic di partecipare al Roland Garros?
Ibrahimovic è ampiamente celebrato come uno dei marcatori più prolifici della sua generazione e uno dei calciatori più decorati attualmente in gioco, nonché uno dei migliori di sempre della nazionale svedese, pur essendo la sua carriera agonistica prossima alla conclusione, per ovvie ragioni anagrafiche.
Il numero uno al mondo Novak Djokovic, campione in carica di Wimbledon e Open di Francia, inizialmente aveva ricevuto un'esenzione medica per poter competere agli Australian Open. Tuttavia, a seguito di una lunga battaglia con le autorità della nazione, che ha compreso anche due udienze in tribunale, alla fine è stato costretto a lasciare il paese, dopo che una giuria di tre giudici ha annunciato la sua espulsione, mettendo un punto interrogativo sulla sua ulteriore carriera, poiché numerosi tornei stanno ora vietando la partecipazione ai giocatori non vaccinati.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала