Sfida TikTok andata male? Soldato israeliano in carcere dopo video che lo mostra mentre spara a Gaza

© FotoSoldato israeliano spara presso confine con Striscia di Gaza in video su TikTok
Soldato israeliano spara presso confine con Striscia di Gaza in video su TikTok - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2022
Seguici suTelegram
Il controverso filmato, con una colonna sonora martellante, è stato segnalato da gruppi palestinesi, che hanno accusato le società di social media di un doppio standard quando si tratta di censurare i loro contenuti violenti, e quelli degli israeliani.
Un soldato delle Forze di Difesa Israeliane (IDF) è stato condannato a 10 giorni in una prigione militare per un video su TikTok in cui lo si vede sparare con il suo fucile automatico al di là dalla recinzione che separa Israele dalla Striscia di Gaza.
"Il comportamento del soldato nel video non è conforme alle norme previste per i soldati e i comandanti", ha detto l'IDF in una dichiarazione citata dal Times of Israel. Le azioni del soldato "non si sono allineate" con le regole di ingaggio dell'esercito, secondo l'esercito israeliano.
L'IDF non ha fornito ulteriori dettagli sull'accaduto, tra cui il nome o il grado del soldato, la data in cui è avvenuto la sparatoria selvaggia, o se qualcuno è rimasto ferito nell'episodio.
Gli utenti dei social media palestinesi e israeliani hanno criticato il comportamento del soldato, e i commentatori palestinesi hanno anche criticato il doppio standard nella copertura di tali incidenti violenti, mentre gli israeliani hanno attaccato il soldato per essere stato così sciocco da far filmare l'incidente e metterlo online, e chiedendo perché la sua punizione fosse così leggera.
"Sono stato detenuto per 20 giorni per aver caricato un video su Facebook intitolato 'Hezbollah Look How Boring We Are' (non c'era nulla di segreto nell'album)", si è lamentato un utente in lingua ebraica. "Cosa sono 10 giorni per un comportamento così grave e pericoloso? Si apre un'inchiesta della polizia militare per aver guidato una jeep senza permesso" e non su questo, ha brontolato un altro. "Dieci giorni? Solo dieci giorni? La persona che lo ha processato e condannato a questo scherzo di pena dovrebbe essere mandata in prigione" con lui, ha commentato un terzo.
"L'esercito ha bisogno di diventare creativo con le sue punizioni", ha scritto un altro utente, suggerendo che gli smartphone dei soldati siano portati via e sostituiti con telefoni a bottone Nokia retrò.
Il confine tra Israele e Gaza è uno dei più fortificati e volatili del mondo, e diventa regolarmente l'epicentro di scontri tra manifestanti e milizie palestinesi e l'esercito israeliano. Tra il 2018-2019, i residenti di Gaza hanno organizzato una serie di proteste lungo il confine con Israele chiedendo il diritto di tornare alle loro ex case. Le proteste sono diventate violente, con almeno 223 palestinesi uccisi e oltre 9.200 che hanno riportato ferite da arma da fuoco o da shrapnel a causa dell'uso di munizioni vere e gas lacrimogeni da parte delle truppe israeliane. 6 soldati dell'IDF e cinque civili sono stati feriti negli attacchi di razzi e aquiloni incendiari lanciati da Hamas insieme a palloni aerostatici nel sud di Israele.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала