Quirinale: identikit di Paolo Maddalena, più votato al primo scrutinio per elezione Capo dello Stato

© Foto : Facebook / Paolo Maddalena L'ex giudice della Corte Costituzionale Paolo Maddalena
L'ex giudice della Corte Costituzionale Paolo Maddalena - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2022
Seguici suTelegram
Al termine della prima votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica Italiana, come si prospettava, è “fumata nera”, con oltre 670 schede bianche.
Ma, tra i nomi messi nelle urne ne è spiccato uno sopra gli altri. Quello di Paolo Maddalena, un fautore dell’uscita dall’euro, oppositore delle multinazionali e del liberismo e promotore di una partecipazione diretta alla democrazia da parte dei cittadini.
Ex magistrato, Paolo Maddalena è entrato nelle simpatie dei delusi, dei cacciati e dei fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle. Lo hanno appoggiato quelli de L’Alternativa c’è.
Tuttavia, con i 36 voti presi, che non bastano neanche lontanamente per diventare Capo dello Stato (qui spieghiamo come funziona l’elezione del Presidente della Repubblica), Maddalena ha superato abbondantemente il numero di parlamentari a disposizione di L’Alternativa c’è.
Nato a Napoli nel 1936, Maddalena ha ben 87 anni e come lui stesso si è definito: “Sono solo un candidato di bandiera”. Uno di quelli che si gode un pezzo di celebrità ed entra a far parte della storia delle votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica Italiana.
L’ex giudice della Corte dei Conti e della Corte Costituzionale, in quest’ultimo ruolo dal 2002 al 2011, dal 2017 è andato in pensione e si è dedicato all’attivismo a favore dell’attuazione della Costituzione Italiana.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала