Livorno, schiaffi e sputi a ragazzo di 12 anni da parte di due coetanee perché ebreo

© Foto : PixabayViolenza sui minori
Violenza sui minori - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2022
Seguici suTelegram
Episodio increscioso avvenuto domenica pomeriggio nel parco della cittadina di Campiglia Marittima, in provincia di Livorno. Due ragazzine hanno insultato un loro coetaneo "perché ebreo".
L'ennesimo episodio di violenza nei confronti di un giovanissimo è avvenuto nella cittadina toscana di Campiglia Marittina, in provincia di Livorno, ed è venuto alla luce grazie alla denuncia del padre del ragazzo.
Dura reazione da parte delle istituzioni, in primis il sindaco della cittadina Alberta Ticciati, che ha riferito, come riportato da vari media:
"Una situazione incredibile, da pelle d'oca, sembra di essere ripiombati nei tempi più bui della storia del nostro Paese. L'amministrazione comunale non intende sottacere o banalizzare quanto accaduto che è di una gravità inaudita".
La vittima, di 12 anni, stava attraversando il parco cittadino Altobelli, di Venturina Terme.
Lì sarebbe stato apostrofato dagli aggressori, due ragazzine di 15 anni, che lo avrebbero "insultato perché ebreo", e poi colpito con calci e pugni, nonché sputi.
Il ragazzo, tornato a casa, ha raccontato tutto al padre, che ha avvisato a sua volta le istituzioni, riportando tra le altre cose che è stato detto al ragazzo "che doveva morire nel forno”.
Queste le parole del padre del ragazzo, come riportato da Il Fatto Quotidiano:
"All’episodio grave si aggiunge un altro aspetto altrettanto grave, cioè il fatto che nessuno dei presenti abbia difeso mio figlio. Sono scioccato, così come lo è mio figlio. Non abbiamo dormito, non riesco a darmi una spiegazione a questo gesto. Non riesco nemmeno a parlarne, mi viene da piangere. Sinceramente non mi era mai accaduto niente di simile".
Rincara la dose il sindaco della cittadina, promettendo giustizia:
"Il fatto che nel 2022 succeda una cosa tale in una realtà come la nostra è di una gravità massima che va indagata, approfondita, compresa, e fortemente stigmatizzata. Tutta la nostra comunità è con loro. Contro la violenza, contro la discriminazione, contro l’orrore che questi atti suscitano. Stop all’antisemitismo”.
Stando a un rapporto dell’Organizzazione sionista mondiale insieme all’Agenzia ebraica, il 2021 appena trascorso è stato l'anno "nero" dell'antisemitismo, registrando “più di 10 incidenti antisemiti al giorno”.
Di oggi la notizia dell'ennesimo episodio a danno della comunità ebraica.
Ebrei ortodossi - Sputnik Italia, 1920, 09.11.2021
Allarme antisemitismo in Europa: in aumento durante la pandemia
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала