Luxor, Egitto: ritrovate due enormi sfingi di Amenofi III - Foto

© Sputnik . Leonardo ToloneseTempio di Luxor, Luxor, Egitto
Tempio di Luxor, Luxor, Egitto - Sputnik Italia, 1920, 25.01.2022
Seguici suTelegram
Il Ministero del Turismo e delle Antichità egiziano ha annunciato il ritrovamento, nella città di Luxor, di due enormi statue in pietra calcarea uniche nel loro stile. Si tratta di sfingi del faraone Amenofi III.
La scoperta, effettuata da una squadra archeologica di scienziati egiziani e tedeschi, è avvenuta durante i lavori di restauro del tempio funerario di Amenofi III, detto anche Tempio dei Milioni di Anni.
Le "due colossali statue calcaree" sono lunghe circa otto metri, scrivono le autorità egiziane.
I ricercatori, guidati da Horig Sorosian, ritengono che le figure rappresentino l'antico sovrano, il quale era il nono faraone della XVIII dinastia egizia e governò durante il XIV secolo a.C.
Secondo Mustafa Waziri, segretario generale del Consiglio supremo delle antichità del Paese, le sfingi ritraggono Amenofi III con "un copricapo di mangusta, una barba reale e un ampio colletto intorno al collo".
Entrambe le sfingi sono state trovate semi sommerse in acqua, quindi sono state sottoposte a un meticoloso processo di pulizia e restauro, durante il quale è stata rivelata l'iscrizione: "l'Amato del dio Amon-Ra".
Gli archeologi hanno trovato anche tre statue quasi intatte di Sekhmet, la dea della guerra e della vendetta. Rappresentata con il corpo di donna e la testa di leonessa, questa dea proteggeva i faraoni in tempo di guerra.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала