Pentagono: nessuna decisione definitiva su truppe in Ucraina, ma 8.500 soldati in stato d'allerta

CC BY 2.0 / gregwest98 / PentagonIl Pentagono
Il Pentagono - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Seguici suTelegram
Secondo il portavoce del Pentagono John Kirby, gli Stati Uniti hanno aumentato il numero di soldati con una "preparazione accresciuta per schierarsi" in Ucraina se la situazione lo richiedesse.
Secondo il Pentagono, 8.500 soldati in tutto il mondo sono in stato di massima allerta e si stanno preparando nel caso in cui si presenti la necessità di un dispiegamento in Ucraina. Le tempistiche esatte per il loro dispiegamento, nel caso si concretizzasse questa necessità, non sono state rivelate.
Militari statunitensi sono già di stanza in Europa e possono essere preparati per il dispiegamento presso altri Paesi alleati della Nato nell'Europa orientale e negli Stati baltici.

"Si tratta della preparazione delle truppe… e di assicurarci di rafforzare e rimanere uniti con l'alleanza (Nato)… non sono stati dati ordini di schieramento", ha detto Kirby ai giornalisti.

Kirby ha aggiunto: "Il grosso riguarda le forze di terra... senza escludere altri movimenti.
Ci sono state discussioni con gli alleati della Nato sulla necessità per gli Stati Uniti di schierare più degli 8.500 soldati che si stanno preparando. Tuttavia, non sono stati forniti numeri. Kirby ha detto che "sarebbe una cosa irresponsabile" se gli Stati Uniti non avessero truppe pronte.
Quando gli è stato chiesto perché il Pentagono lo stesse facendo ora, Kirby ha detto: "È molto chiaro che i russi non hanno alcuna intenzione di ridurre l'escalation".
Kirby ha spiegato cosa spingerebbe gli Stati Uniti a schierare truppe.

"Siamo consapevoli delle cose che i russi potrebbero fare e che potrebbero potenzialmente darci indicazioni di una sorta di imminente incursione, - ha detto Kirby durante la conferenza stampa. - Non ci siamo ancora, ma stiamo osservando molto da vicino quegli indicatori".

Ha anche aggiunto: "ciò che genererebbe un ordine di dispiegamento sarebbe la decisione della Nato di attivare la NRF [forza di risposta della Nato]", chiarendo che si tratta di "una decisione della Nato".
Gli Stati Uniti devono ancora prendere una decisione sul ritiro degli addestratori militari statunitensi di stanza in Ucraina.
Il Dipartimento di Stato americano ha rilasciato una dichiarazione simultanea in cui afferma di essere disponibile ad ulteriori incontri di persona con i rappresentanti russi qualora fossero utili.
Ieri il Dipartimento di Stato aveva ordinato il ritiro di tutti i membri della famiglia del personale impiegato presso l'ambasciata degli Stati Uniti a Kiev, in Ucraina.
Bandiera ucraina, crisi Donbass - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Per Cremlino concentramento truppe ucraine in linea di contatto Donbass segnala preparativi attacco
Le accresciute tensioni tra Stati Uniti e Russia derivano dal fatto che gli Stati Uniti ed i loro alleati della Nato credono che l'invasione russa dell'Ucraina sia uno scenario con probabilità crescenti. Gli Stati Uniti affermano che la Russia ha di stanza oltre 100mila soldati lungo il confine tra Russia e Ucraina. Il Cremlino ha respinto le accuse, ribattendo che è diritto di uno Stato sovrano dislocare all'interno del proprio territorio le sue truppe.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала