Elisabetta Casellati presidente, Vittorio Sgarbi la propone come alternativa a Draghi

Vittorio Sgarbi - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Seguici suTelegram
Nomi su nomi, dopo il ritiro di Silvio Berlusconi ora il centrodestra può ragionare sul suo candidato non divisivo che anche il centrosinistra potrebbe digerire.
Così Vittorio Sgarbi, l’autore dell’operazione scoiattolo (poi fallita), suggerisce che uno dei nomi che il centrodestra si potrebbe giocare è quello dell’attuale presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati.
Sgarbi analizza la situazione e riguardo alla posizione di Berlusconi afferma:
“Avrebbe vinto se ieri avesse dato il nome alternativo a Draghi che credo potrebbe essere nella sua mente quello della Casellati. Lui ha detto no a Draghi, questo diventa un limite all’azione politica”, riporta l’Adnkronos.
Sgarbi dice anche che l’elezione di Mario Draghi al Quirinale, potrebbe essere diretta dai partiti di centro del centrodestra. Se questi dovessero compiere “il gesto più clamoroso”, riflette, costringerebbero “il Pd a seguire la scelta del centrodestra”.
Si tratta di ipotesi da “FantaQuirinale”, ma per Sgarbi è possibile l’elezione di Draghi soltanto così.
Quindi, “una volta che non c’è Berlusconi, il voto è un voto che può planare su un candidato quasi neutrale com’è la Casellati”, aggiunge Sgarbi. Questi fa notare ancora che:
“Se Draghi ha il blocco del centrodestra, ha 460 voti da cui parte e raccoglie quelli del Pd. Se non ha quei voti non ha un’altra riserva, a quel punto quindi deve uscire una figura che è agevolata dal fatto che viene intesa come antidoto a Draghi”.
La vittoria per Belusconi potrebbe essere deflagrante dice Sgarbi, perché “sarebbe una vittoria di Forza Italia, lei è fedele a Berlusconi, è una donna e viene votata in quanto presidente del Senato”.
Si tratterebbe di una vittoria del centrodestra con lei, conclude Sgarbi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала