Biden guarda il dispiegarsi di truppe nell'Europa e Stati baltici al crescere della tensione - Media

© REUTERS / The White House / Handou Videoconferenza Biden-Putin
Videoconferenza Biden-Putin - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Seguici suTelegram
Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta valutando il dispiegamento di truppe, navi da guerra e aerei agli alleati della NATO nell'Europa orientale e negli stati baltici nel mezzo delle crescenti tensioni con Mosca riguardo alla possibilità di una "invasione" russa dell'Ucraina.
Secondo funzionari dell'amministrazione, alti quadri del Pentagono hanno presentato a Biden una varietà di opzioni che vedrebbero le truppe statunitensi avvicinarsi alla Russia. Sabato vi è stato un incontro a Camp David, ritiro abituale del presidente degli Stati Uniti nel Maryland, che ha visto il segretario alla Difesa Lloyd J. Austin III e il generale Mark A. Milley, presidente delllo staff dei capi di stato maggiori, conferire con il presidente in videoconferenza.
L'intelligence della NATO afferma che la Russia ha accumulato oltre 100.000 soldati lungo il confine ucraino-russo e alcuni analisti occidentali suggeriscono che un attacco è imminente. Il Cremlino ha ripetutamente negato le accuse e ha suggerito che l'Occidente sta usando l'Ucraina per i propri fini.
Il Dipartimento di Stato americano ha ordinato a tutte le famiglie dei funzionari dell'ambasciata americana a Kiev di lasciare il Paese e ha detto agli americani in Ucraina di trovare accordi per lasciare il Paese il prima possibile. Il Covid-19 e un potenziale impegno militare russo tra i motivi citati nell'esortazione alla partenza.
Un'ipotesi riportata vedrebbe tra 1.000 e 5.000 soldati spostati più vicino al confine russo, con la possibilità di aumentare notevolmente la presenza militare statunitense se la NATO lo ritenesse necessario.
Un aumento della presenza militare statunitense nei suoi Paesi alleati della NATO più vicini alla Russia rappresenterebbe un allontanamento dal precedente approccio dell'amministrazione, approccio che favoriva le sanzioni e la diplomazia. Biden dovrebbe prendere una decisione già la prossima settimana.
Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha incontrato i funzionari russi all'inizio della settimana e gli è stato fornito un elenco delle preoccupazioni russe sul tema della sicurezza. Mosca vorrebbe che la NATO fermasse la sua espansione verso est e non ospitasse armi militari offensive nei Paesi al confine. Gli Stati Uniti devono ancora rispondere formalmente.
Se Biden dovesse approvare il dispiegamento delle truppe, alcune proverrebbero dagli Stati Uniti, mentre altre da Paesi meno "sensibili" dell'Europa.
Finora, il dispiegamento di truppe in Ucraina è stato escluso dall'amministrazione Biden.
L'Ucraina non è un membro dell'alleanza militare della NATO. La situazione sta già inducendo i membri della gerarchia militare statunitense a riconsiderare le loro attività con i loro alleati più orientali della NATO.

"Abbiamo bisogno di esercitazioni congiunte in Polonia, Stati baltici, Romania, Bulgaria, per dimostrare a Putin che siamo seri (...) In questo momento, lui non vede che siamo seri", ha detto Il rappresentante del Texas Michael McCaul, il massimo esponente repubblicano della commissione per gli affari esteri.

Altri credono che il dispiegamento di truppe farà ben poco per risolvere la situazione.

"È troppo poco e troppo tardi per dissuadere Putin. Se i russi invadono l'Ucraina in poche settimane, quei 5.000 dovranno essere solo un "acconto" per Stati Uniti e alleati in vista di una forza per gli Stati Uniti e alleati molto più presente. L'Europa occidentale dovrà tornare ad essere un campo armato", ha dichiarato Jim Townsend, un ex alto funzionario del Pentagono per la politica russa.

Da dicembre 2021 l'aeronautica degli Stati Uniti monitora con maggiore frequenza il confine tra Russia e Ucraina. Di particolare interesse è una qualsiasi indicazione della presenza di armi nucleari vicino al confine.
Посольство США в Киеве - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
USA ordinano ufficialmente a famiglie diplomatici e personale non essenziale di lasciare l’Ucraina
Gli Stati Uniti ei loro alleati della NATO hanno consiglieri militari in Ucraina. Washington ha riferito che se si dovesse verificare un'invasione, i consiglieri militari suddetti verranno spostati fuori dal Paese.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала