A Milano i senza tetto riceveranno indirizzi fittizi per chiedere documenti e aiuti

© Sputnik . Evgeny UtkinAgenti pattugliano le strade di Milano
Agenti pattugliano le strade di Milano  - Sputnik Italia, 1920, 24.01.2022
Seguici suTelegram
Senza residenza, la burocrazia dice che non si possono ottenere documenti e così migliaia di senza tetto restano in un limbo dal quale non possono spesso chiedere aiuti economici che permetterebbe loro di uscire dalla condizione di senza fissa dimora.
A Milano, con una finanziamento da 8,4 milioni di euro da spendere entro il 31 dicembre 2023, viene avviato un progetto di contrasto alla grave marginalità che prevede tra le varie azioni, quella di fornire residenze fittizie rilasciate dall’ufficio della città metropolitana.
Senza un indirizzo di domicilio, risulta impossibile ottenere la carta d’identità o la tessera sanitaria che consente l’accesso ai farmaci gratuiti per chi ne ha diritto.
Il progetto si chiama Residenza-Mi ed è partito in via sperimentale già nel 2019, ma trova nuovo impulso nel nuovo piano che l’amministrazione comunale ha messo in campo per i prossimi tre anni.
Cinque mila persone hanno ottenuto la residenza fittizia e i documenti di base necessari per tornare all’esistenza e uscire dal buio della vita trascorsa in strada.
Con i nuovi fondi si punta ad aprire nuovi sportelli dedicati in tutti i municipi di Milano. Attualmente, racconta il Corriere edizione di Milano, i municipi 9, 7, 3 e 2 non offrono questo servizio.
Il cambio di casacca avvenuto dopo le elezioni comunali dello scorso ottobre, favoriranno l’apertura dei nuovi sportelli nei municipi mancanti, scrive il quotidiano.

Con la residenza fittizia si trova casa

La residenza fittizia ha permesso ai senza tetto di trovare casa. Questo perché rientrare in possesso di una carta di identità in corso di validità, aiuta ad ottenere l’accesso alla pensione o ad altre forme di sussidio economico prima preclusi.
Ottenendo la pensione, alcuni senza fissa dimora hanno potuto prendere in affitto piccoli alloggi popolari e i fondi stanziati da Milano sono stati utilizzati anche per comprare elementi di arredo di base.
Altri, invece, hanno potuto cercare lavoro e i fondi sono stati utilizzati per comprare loro abbigliamento da lavoro tecnico come scarpe antinfortunistiche.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала