Tim, inizia l'era Labriola: il nuovo ad promette tariffe trasparenti e prodotti per i giovani

© FotoMarchio Tim
Marchio Tim - Sputnik Italia, 1920, 23.01.2022
Seguici suTelegram
L’amministratore delegato invia un messaggio video ai dipendenti per trasmettere l’entusiasmo per questa nuova sfida e poi racconta: “Mia madre lavorava al call center, grazie a tecnici e operatori”.
È atteso per il 2 marzo il nuovo piano industriale di Tim, o come ama definirla l’amministratore delegato di fresca nomina Pietro Labriola, la “new Tim”.
Intanto l’ad si fa conoscere e si presenta, anche, se come racconta, molti già lo conoscono, perché ha passato 22 dei suoi 30 di carriere nel gruppo.
Così, per salutare i dipendenti e annunciare la sua visione della compagnia, Labriola ha inviato un videomessaggio in cui si dice “molto, moltissimo” emozionato e entusiasta dell’incarico.
“È indubbio che la situazione non è certamente semplice, ma quello che mi dà più motivazione è i numerosi messaggi che ho ricevuto da tanti colleghi”.
E nel corso del video ha ripetuto più volte il concetto di unità e di squadra per risolvere anche questioni complesse.
“Siamo un unico team e insieme riusciremo a cambiare la nostra azienda”.
“L’ho visto anche dagli oltre mille messaggi che ho ricevuto su suggerimenti su come possiamo migliorare”, ha aggiunto.
E tra le prime proposte, l’ad sottolinea la necessità di lavorare sulla “trasparenza delle tariffe”, il “miglioramento della qualità del servizio, l’offerta segmentata per i giovani”.
E poi i nuovi servizi. “Noi insieme, abbiamo delle chiare idee del fatto che possiamo certamente migliorare. E questo è un punto di partenza molto importante”.

Una vita e una famiglia in Tim

Labriola ha poi raccontato alcuni dettagli personali della sua vita legati all’azienda.
“Su 30 anni di lavoro, 22 li ho passati in questa azienda. E, probabilmente, conosco buona parte di voi, perché insieme abbiamo lavorato per così tanto tempo. E quindi ci voglio mettere tutta la passione e tutto quello di cui abbiamo bisogno per cercare di migliorare la nostra azienda”.
E ancora un ricordo di infanzia, un modo per dire che il suo destino era da sempre collegato a Tim.
Mia madre ha lavorato per anni come operatrice del call center in Tim, mia madre lavorava al servizio 12, al servizio 10. Per cui vorrei spendere due parole soprattutto per i nostri operatori del call center e i tecnici di rete” e “insieme possiamo fare grandissime cose ma io vorrei ringraziare soprattutto i nostri tecnici di rete e gli operatori del call center che fanno tanto per la nostra azienda”
Vittorio Colao, Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale - Sputnik Italia, 1920, 27.12.2021
Cloud nazionale: selezionata la proposta di Tim, Cdp, Leonardo e Sogei
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала