Ministero Esteri russo definisce "senza senso" le accuse britanniche su leader pro-Mosca in Ucraina

© Sputnik . Stringer / Vai alla galleria fotograficaLa bandiera ucraina
La bandiera ucraina - Sputnik Italia, 1920, 23.01.2022
Seguici suTelegram
Il Regno Unito ha accusato la Russia di voler installare un presunto "leader filo-russo" in Ucraina, arrivando al punto di nominare cinque politici ucraini con presunti "legami" con Mosca, senza tuttavia fornire alcuna prova a sostegno di tale tesi.
Il ministero degli Esteri russo ha criticato le affermazioni diffuse nella serata di ieri dal Regno Unito secondo cui Mosca intenderebbe "installare una leadership filo-russa", definendole del tutto infondate.
Una dichiarazione del ministero ha etichettato le accuse del Regno Unito come un altro sforzo delle nazioni occidentali per intensificare le tensioni nella regione, sottolineando che i cosiddetti risultati "esposti" sono "senza senso".
La disinformazione diffusa dal Ministero degli Esteri britannico è un'ulteriore prova che sono i Paesi della Nato, guidati dagli anglosassoni, ad aumentare le tensioni intorno all'Ucraina", si legge nel comunicato, in cui si esortano le parti a "fermare le attività provocatorie".
La pubblicazione è arrivata poco dopo che l'Ufficio per gli affari esteri, il Commonwealth e lo sviluppo britannico ha accusato la Russia di voler insediare un "leader filo-russo".

L'ex parlamentare ucraino Yevhen Murayev è considerato un potenziale candidato, continua il comunicato, che nomina anche altre quattro figure ucraine con cui si afferma che "i servizi di intelligence russi" starebbero mantenendo dei "legami".

Murayev è nell'elenco delle persone soggette a sanzioni da parte della Federazione russa dal 25 dicembre 2018.
L'ex politico e magnate delle telecomunicazioni ucraino, raggiunto dal Telegraph, ha detto di sentirsi "divertito" dalle accuse del Regno Unito.
Come persona che è stata sotto sanzioni russe per quattro anni, espulsa dalla Russia come minaccia alla sicurezza nazionale e il cui padre ha ottenuto il congelamento dei suoi beni in Russia, trovo difficile commentare la dichiarazione del Ministero degli Esteri, ha detto Murayev, aggiungendo "faticare a digerire stupidità e sciocchezze".
Il Regno Unito non ha allegato al proprio rapporto alcuna prova o dettaglio a sostegno della tesi secondo cui la Russia sarebbe intenzionata ad installare un presunto governo "filo-russo" in Ucraina, con il ministro degli Esteri di Londra Liz Truss che ha spiegato come l'intelligence sarebbe frutto di una "intuizione dei pensieri del Cremlino".

Le tensioni in Ucraina

La Russia ha ripetutamente respinto le accuse dell'Occidente e dell'Ucraina di voler compiere "azioni aggressive", affermando che non minaccia nessuno e non attaccherà nessuno e che le dichiarazioni sull'"aggressione russa" sono usate come scusa per riposizionare un maggior equipaggiamento militare della NATO vicino ai confini russi.
Il ministero degli Esteri russo ha reso noto in precedenza che le dichiarazioni occidentali sull'"aggressione russa" e sulla possibilità di aiutare Kiev a difendersi da essa sono sia ridicole che pericolose.
Da parte sua, il viceministro del dicastero Sergey Ryabkov ha ribadito che la Russia non ha intenzione di intraprendere alcuna azione aggressiva nei confronti dell'Ucraina.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала