La Ue studia nuove regole di viaggio: stop ai tamponi, vale solo lo status vaccinale

© AFP 2022 / Thomas SamsonL'aeroporto di Parigi, Charles-de-Gaulle
L'aeroporto di Parigi, Charles-de-Gaulle - Sputnik Italia, 1920, 23.01.2022
Seguici suTelegram
Le limitazioni si baseranno sullo status vaccinale, di guarigione o sui test. Il testo approvato dagli ambasciatori dei Paesi europei sarà discusso martedì.
Superare le mappe del contagio e impostare una strategia per gli spostamenti dei viaggiatori che si basi sullo stato del certificato Covid.
È questa l’impostazione messa nero su bianco dagli ambasciatori Ue nel testo della raccomandazione che verrà discusso nel Consiglio affari generali di martedì a Bruxelles.
Un nuovo modello di gestione degli spostamenti in pandemia eliminando l'approccio delle "area geografica di provenienza dei viaggiatori", scrive El Pais che ha anticipato il contenuto del testo.

Come si viaggerà in Ue

Per spostarsi nei Paesi dell’Unione europea e per capire come e quando sottoporsi a test o quarantene, non conterà più la provenienza geografica, ma lo stato del proprio certificato Covid.
Quindi coloro che sono vaccinati o che sono guariti dal coronavirus o ancora, che hanno un test con esito negativo potranno muoversi liberamente nell’Unione.
Nel testo degli ambasciatori si conferma la validità a livello europeo del green pass, per nove mesi.
La mappa dell’incidenza bisettimanale, redatta dal Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (Ecdc) e che finora ha determinato le possibilità di movimento in ciascuna regione, continuerà ad essere aggiornata settimanalmente, ma diventerà meramente informativa.
"Il Consiglio dell'Ue dovrebbe approvare martedì la rimozione della mappa dei contagi come guida per l'istituzione di limitazioni agli spostamenti tra Paesi", scrive il quotidiano spagnolo sottolineando che il cambiamento mira a facilitare la mobilità tra gli Stati.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала