La Russia non tollererà provocazioni nel Donbass, afferma il capo delegazione di Mosca a Vienna

© AP Photo / Sergei ChuzavkovIspettore OSCE nel Donbass
Ispettore OSCE nel Donbass - Sputnik Italia, 1920, 23.01.2022
Seguici suTelegram
La Russia avverte che non tollererà eventuali provocazioni da parte di Kiev e dei Paesi occidentali nel Donbass o attacchi contro i russi.
Lo ha affermato Konstantin Gavrilov, capo della delegazione russa ai colloqui di Vienna sulla sicurezza militare e il controllo degli armamenti.
"Abbiamo detto tutto e avvertito molto chiaramente: non tollereremo che i nostri cittadini vengano attaccati. È stato affermato chiaramente, è stato affermato chiaramente in tutti i media", ha detto Gavrilov in onda sul canale Youtube live di Izolent.
Kiev e diversi altri stati occidentali hanno recentemente espresso preoccupazione per le presunte "azioni aggressive" della Russia nei pressi del confine ucraino.
Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha affermato che la Russia movimenta le truppe all'interno del suo territorio a propria discrezione. Secondo lui, il fatto di per sé non minaccia nessuno e non dovrebbe preoccupare nessuno.
La Russia ha ripetutamente respinto le accuse dell'Occidente e dell'Ucraina, affermando che non minaccia nessuno e non attaccherà nessuno, e le dichiarazioni sull'"aggressione russa" sono usate come pretesto per posizionare più equipaggiamento militare della NATO vicino ai confini della Federazione.
Il ministero degli Esteri russo ha reso noto in precedenza che le dichiarazioni occidentali sull'"aggressione russa" e sulla possibilità di aiutare Kiev a difendersi da essa sono sia ridicole che pericolose.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала