Udine, 21enne muore durante stage gratuito: datore di lavoro accusato di omicidio colposo

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaLavoro in fabbrica
Lavoro in fabbrica - Sputnik Italia, 1920, 22.01.2022
Seguici suTelegram
Non c'è stato nulla da fare per il giovane, colpito alla testa da una trave d'acciaio. Ora la procura dovrà far, però, luce sull'esatta dinamica dell'incidente.
Morire a 18 anni durante uno stage non retribuito. È stato questo l'infausto destino che la sorte ha riservato a Lorenzo Parelli, che ieri svolgeva il suo ultimo giorno di apprendistato presso lo stabilimento della Burimec di Lauzacco, in provincia di Udine.
Mancava appena un’ora e mezza al termine del suo turno di lavoro, quando una putrella di acciaio caduta dall’alto lo ha colpito, mentre era intento alla realizzazione di una struttura metallica.
Lorenzo è rimasto a terra, esanime, dopo essere stato colpito alla testa. Vani i tentativi di rianimarlo da parte di alcuni colleghi e dei sanitari, giunti in seguito con l'elisoccorso.
Sul posto sono quindi giunti i militari dell'Arma dei Carabinieri della compagnia di Palmanova, raggiunti anche dagli ispettori dell’Azienda sanitaria e dal procuratore aggiunto della Procura di Udine, che ha posto l'area della tragedia sotto sequestro.

La stessa Procura ha quindi sottolineato la "necessità di svolgere attività di accertamento irripetibile nelle forme garantite di legge", per ricostruire la dinamica, e ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo, al momento a carico del legale rappresentante, come datore di lavoro.

Lorenzo, maggiorenne dallo scorso 17 novembre, era nato a San Daniele del Friuli e risiedeva con la famiglia nella frazione di Morsano di Strada, in comune di Castions di Strada. Studiava presso l’Istituto Salesiano Bearzi di Udine
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала