Quirinale, chi vincerebbe se votassero i cittadini?

Il Palazzo del Quirinale - Sputnik Italia, 1920, 21.01.2022
Seguici suTelegram
A pochi giorni dalle votazioni per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica, l'istituto Demopolis ha indagato sulle preferenze, opinioni e attese degli italiani riguardo al prossimo inquilino del Quirinale.
Dalle rilevazioni raccolte nel sondaggio dell'istituto Demopolis per La7, diffuso ieri sera nel Punto di Paolo Pagliaro per il programma Otto e Mezzo, emerge una chiara indicazione di continuità con la preferenza per un secondo mandato di Sergio Mattarella.
L'ipotesi di un Mattarella bis piacerebbe al 30% degli intervistati, mentre il 21% preferirebbe Mario Draghi e il 16% opterebbe per Silvio Berlusconi al Colle. Ulteriori significative indicazioni, comprese tra il 6% e il 4%, riguardano Casini, la Cartabia, Tremonti, la Casellati e Gianni Letta.
Una larga maggioranza, pari al 58%, si è espressa a favore di una continuità, con la riconferma di Mattarella al Quirinale. Solo il 27% ha un'opinione negativa riguardo a questa ipotesi, mentre il 15% non sa.
Lo stesso bisogno di stabilità politica, in un contesto d'emergenza sanitaria e crisi economica, induce il 60% degli italiani a ritenere che Draghi dovrebbe restare a Palazzo Chigi. Il 18% pensa che dovrebbe essere eletto a Presidente della Repubblica, mentre il 22% non è favorevole a nessuna delle due ipotesi.
L'idea che Draghi resti alla guida del governo è una condizione diffusa in maniera trasversale tra gli elettori dei partiti politici. È favorevole l'80% di chi vota Forza Italia, il 68% degli elettori della Lega, il 65% di chi vota M5S, il 63% degli elettori del PD e il 34% degli elettori di FdI.
L'istituto di Pietro Vento ha verificato inoltre le previsioni degli italiani, a prescindere dalle preferenze. Circa un terzo, pari al 34%, prevede che il prossimo Presidente della Repubblica sarà Mario Draghi, il 20% pensa ad una riconferma di Mattarella e il 15 immagina che verrà eletto Berlusconi.
Il 19%, quasi un quinto degli intervistati, invece è convinto che alla fine verrà eletta a sorpresa una personalità con un minore risalto mediatico nei giorni precedenti le votazioni.
Il sondaggio, infine, indica una crescente volontà dei cittadini ad essere coinvolti nella scelta del Capo dello Stato. Il 63% è favorevole all'elezione diretta del Presidente della Repubblica, il 30% è contrario e il 7% non si pronuncia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала