Dl Ristori, via libera del Consiglio dei Ministri: 1,6 mld per bollette e discoteche

© FotoCabina di regia a Palazzo Chigi
Cabina di regia a Palazzo Chigi - Sputnik Italia, 1920, 21.01.2022
Seguici suTelegram
Non è stato necessario ricorrere allo scostamento di bilancio. Aumentato il Fondo nazionale del turismo. Cambiano le regole per il telemarketing e per l’indennizzo dai danni da vaccino.
Un miliardo e 600 milioni di euro per rispondere alle nuove richieste di sostegno legate da una parte alla pandemia e dall’altra al caro energia.
Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al nuovo decreto legge sui ristori senza ricorrere allo scostamento di bilancio.
Sono stati stabiliti la riduzione degli oneri di sistema per chi ha una potenza superiore a 16,5 kw, il taglio delle bollette per i settori energivori, interventi sul costo dell'elettricità prodotta da impianti a fonti rinnovabili, è stato incrementato il Fondo unico nazionale del turismo e sono state modificate le norme sul telemarketing.

"Il governo ha riconosciuto la fase di difficoltà attraversata dall'intera industria del turismo. Ed è stata accolta la nostra richiesta di dedicare una quota (40 milioni) alla decontribuzione per i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali", ha detto il ministro del Turismo Massimo Garavaglia.

Gli extra profitti delle aste delle emissioni di Co2 del primo trimestre, ha stabilito il governo, serviranno a ristorare le imprese che hanno subito rincari.
È stato riconosciuto un credito d'imposta del 20% alle aziende che hanno subito un incremento dei costi del 30% e recuperato, come contributo di solidarietà dei gestori, l'extra-gettito dei vecchi sistemi di fotovoltaico, eolico, geotermico e idroelettrico.

Dal telemarketing ai danni da vaccino

Nel Cdm di oggi è stato dato anche il via libera all'aggiornamento del Registro delle Opposizioni.
I cittadini che non vogliono ricevere chiamate indesiderate dai call center sul proprio numero telefonico fisso o mobile saranno più difesi dal telemarketing selvaggio e dagli usi impropri di i dati personali e numeri telefonici.
Inoltre, il governo ha stabilito che l'indennizzo per danni da vaccino spetta anche a quanti “abbiano riportato lesioni o infermità”, dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, a causa della vaccinazione anti Sars-CoV2 raccomandata dall'autorità sanitaria italiana.
Per il 2022 si valuta per questa misura un onere di 50 milioni di euro che diventano 100 a decorrere dal 2023.

Sostegni a discoteche e settori colpiti dalla pandemia

Sport, cultura, discoteche, turismo: sono alcuni dei settori che sono stati compresi nei Ristori previsti dal nuovo dl.
È stata prorogata fino al 31 marzo la validità dei bonus terme non ancora utilizzati.
Stop ai versamenti di Iva e delle addizionali Irpef, per le attività che sono vietate o sospese fino al 31 gennaio 2022, la scadenza viene posticipata al 16 settembre.

"Abbiamo stanziato in totale 390 milioni di euro, aumentato a 30 milioni il fondo per discoteche e sale da ballo. Un sostegno doveroso da parte del governo", ha detto il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti.

Per i soggetti “esercenti attività d'impresa, arte o professione, aventi il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato, le cui attività sono vietate o sospese fino al 31 gennaio 2022 sono sospesi i termini dei versamenti relativi all'imposta sul valore aggiunto in scadenza nel mese di gennaio 2022”.
Il Cdm ha stanziato altri 100 milioni per il Fondo unico nazionale per il turismo.
"Il settore della cultura è uno tra i più colpiti dalla pandemia. La musica e lo spettacolo, in particolare, stentano a ripartire, mentre la quarta ondata ha di nuovo messo in difficoltà i cinema. Per questo il governo prosegue a sostenere tutte queste realtà, stanziando 111,5 milioni di euro nel 2022", ha commentato il ministro Dario Franceschini.
Per il trasporto pubblico locale arriveranno altri 80 milioni per garantire sostanzialmente la continuità dei servizi “per far fronte agli effetti derivanti dalle limitazioni” sulla capienza dei mezzi sia per le verifiche e le attività di controllo.
Per gli autobus privati viene previsto al ministero delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili un fondo per 15 milioni.

Salute e Regioni

Il decreto stanzia altri 400 milioni di euro nel 2022 per le spese sanitarie delle Regioni e delle Province autonome.
Altri 44,22 milioni per la scuola per fornire gratuitamente mascherine Ffp2 agli alunni, gli insegnanti e il personale scolastico in autosorveglianza.
Fino a fine febbraio, le istituzioni scolastiche potranno acquisire le Fpp2 necessarie nelle farmacie o presso gli altri rivenditori autorizzati che abbiano aderito al protocollo d'intesa del 4 gennaio, che prevedeva un costo di 0,75 centesimi a mascherina.
E in arrivo anche 20 milioni di euro da destinare a giardini zoologici, acquari, parchi tematici e geologici.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала