Cantante ceca muore dopo essersi deliberatamente contagiata col Covid-19

Hana Horka - Sputnik Italia, 1920, 20.01.2022
Seguici suTelegram
L'artista sarebbe stata influenzata nelle sue vedute dal locale movimento no-vax.
La cantante folk ceca e membra della band Asonance, Hana Gorka, è morta all'età di 57 anni, dopo aver contratto deliberatamente il COVID-19. Lo riporta il quotidiano britannico The Guardian.
"La Gorka ha contratto deliberatamente l'infezione da coronavirus per ottenere un pass che le permettesse di visitare liberamente luoghi chiusi", riporta la pubblicazione.
Il figlio dell'artista, Jan Rek, ha riferito che la donna ha contratto volontariamente il virus quando lui e suo padre, entrambi vaccinati, hanno contratto il coronavirus.
"Ha deciso di continuare a vivere normalmente con noi e ha scelto di contrarre la malattia, piuttosto che farsi vaccinare", ha commentato.
Due giorni prima della sua morte, la Gorka ha scritto sui social network:
"Sono sopravvissuta. È stata dura. Quindi ora andrò al teatro, in uno stabilimento balneare, ad un concerto e ad una gita al mare".
La cantante era sicura di essersi ripresa e aveva quindi deciso di fare una passeggiata fuori. Tuttavia, una volta tornata a casa, ha iniziato a lamentare dei dolori alla schiena, morendo poco dopo soffocata nel suo letto.
Il figlio ha incolpato il movimento ceco anti-vax locale per la morte della cantante, dicendo che i leader le avevano fatto il lavaggio del cervello, facendola schierare contro i vaccini.
"So esattamente chi l'ha influenzata. Mi rammarico che abbia creduto agli estranei più che alla sua famiglia", ha concluso.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала