Canada, auto sprofonda in lago ghiacciato: autista si fa un selfie sul tettuccio prima della fine

© FotoCanada, auto sprofonda in lago ghiacciato, guidatrice si fa un selfie sul tettuccio prima della fine
Canada, auto sprofonda in lago ghiacciato, guidatrice si fa un selfie sul tettuccio prima della fine - Sputnik Italia, 1920, 20.01.2022
Seguici suTelegram
Il web impazza per le immagini di una donna che si fa un selfie in piedi sul tettuccio della sua auto, mentre la vettura lentamente sprofonda in un lago ghiacciato in Canada.
Sarebbe difficile da credere, se non fosse che il fatto è stato testimoniato con tanto di foto e video, quello che è successo l’altro giorno sul canale Rideau, che unisce le città di Ottawa e di Kingston, sul lago Ontario, in Canada.
Un’auto è finita in mezzo al canale ghiacciato, per poi iniziare a sprofondare lentamente sott’acqua. In quella situazione, chiunque avrebbe pensato prima di tutto a mettersi in salvo, ma la persona al volante, una giovane donna, ha invece preferito salire sul tettuccio del mezzo e attendere lì il corso degli eventi.
Nell’attesa che arrivassero soccorritori, oppure rassegnata alla fatalità, ha poi voluto immortalare il momento con un selfie.
Per fortuna, mentre la donna era intenta ad immortalare la propria vanità, che proprio in un momento del genere trovava massima esaltazione, dei buoni samaritani si adoperavano a lanciarle un kayak per traghettarla al sicuro.
I commenti social sotto le immagini postate sono stati tutti a favore dei valorosi soccorritori, che si sono dovuti ingegnare per trovare la soluzione giusta, mentre sono stati spietati con la donna, che mentre questi si adoperavano per salvarla, non trovava di meglio da fare che farsi i selfie.
“Questa tranquilla si faceva i selfie mentre c’era gente che si sbatteva per metterla in salvo”, ha scritto un utente, “Penso che questa immagine definisca bene i nostri tempi – una donna si fa un selfie in cima alla sua auto che affonda. Non riesco a immaginare un'espressione più adatta della nostra idiozia collettiva”, ha invece commentato un altro.
Non sono mancati anche commenti più ironici, ma non per questo meno critici: “Io è una vita che guido ma davvero non riesco a capire come questa donna sia riuscita finire con la macchina in quel posto lì”, oppure “Te lo dico io, quella era l’auto del suo ragazzo. Da qualche parte a Ottawa un tizio sta giocando a NHL 22 mentre il suo telefono ignorato vibra ancora con rabbia”.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала